Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Rapparelli, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Heraldik die Familie: Rapparelli
Krone des Adels Rapparelli
Le prime memorie di questa nobile famiglia rimontano al 1180, in cui formava parte della società nobile d'Albergo, che amministrava la piccola repubbica di Savigliano, nelle persone di Oddino, Oggerino, Giovanni, Nicolino ed Amelio Rapparelli. Nel 1240 un Guglielmo ed un Oddone erano alla testa della fazione guelfa. Questa casa à posseduto molte signorie, fra le quali il castello di Maresco, Genola, Lagnasco e Tigliole con titolo comitale, ed Azeglio con titolo marchionale pervenutole nel XVIII secolo per matrimonio Il titolo di conte fu dato nel 1610 a Giovanni-Anselmo Rapparelli di Genola, e nel 1622 a Benedetto di Lagnasco da... Fortsetzung folgt

Carlo Emanuele I, ed il primo a portare il titolo di marchese d'Azeglio fu Cesare, morto nel 1833. Questa casa si divise in tre rami, di cui furono capostipiti Petrino, Leone e Goffredo figli di Giorgio. Il primo fondò quello di Lagnasco, il secondo quello di Maresco, estinto nel 1555, ed il terzo quello di Genola estinto nel 1830. Fra gli uomini illustri, son da notare il Beato Aimone, domenicano, il quale fu professore di filosofia, e teologia nell'Università di Torino, celebre predicatore, difensore della fede per il Piemonte, Lombardia e Liguria, commissario apostolico della sua provincia, vicario generale del S. Ufficio ed inquisitore generale, morto nel 1495 ed innalzato all'onore degli altari nel 1856 dal Pontefice Pio IX; Giovanni-Maria, dell'Ordine dei Domenicani, eletto nel 1568 Vescovo di Saluzzo da S. Pio V; Pietro-Roberto verso al fine del XVII secolo al servizio di Augusto di Sassonia Re di Polonia, generale d'armata, comandante i cavalieri della guardia, cav. dell'aquila bianca, ambasciatore alll'Aja e a Vienna, ministro di stato e di gabinetto, morto nel 1732. Francesco Girolamo generale, governatore della Venaria, gran falconiere e gran cacciatore, cav. della SS. Annunziata, morto nel 1734; Massimo, ministro segretario di stato del regno d'Italia, letterato e pittore di bella fama morto dopo la metà del XIX secolo. Quattordici di questa famiglia ànno vestito l'abito del S.M.O. Gerosolimitano, de' quali il primo fu Marco nel 1458, e l'ultimo Berardino che fu ucciso nel 1625 in un combattimento di galere contro i Turchi.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Rapparelli

Familien-Wappen: Rapparelli

Blasonierung die Familie

Cinque punti d'argento equipollenti a quattro di rosso; al capo dell'impero. Scudo accollato all'aquila imperiale.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome