Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Rastrello, provenienza: Italia

Titolo: Duchi
Araldica della famiglia: Rastrello
Corona nobiliare Rastrello E' opinione che la famiglia M. fosse originaria di Francia, dove prese nome dal Castel Mastrello, e che fosse stata portata nel Regno di Napoli da un Teodoro Mastrello venuto al seguito di Carlo I d'Angiò. Si stabilì la famiglia M. da prima in Nola dove godette nobiltà e poi passata in Napoli fu aggregata al Seggio di Portanova, ed ora trovasi ascritta al Libro d'Oro ne' rami di Marigliano e del Gallo, ed al Registro de' Feudatarii nel ramo de' Marchesi della Schiava. Ha goduto altresì nobiltà in Palermo ed ha vestito l'abito di Malta. Il ramo de' M.... Continua

Marchesi di Livardi si estingue; e succederà nel titolo la famiglia de Clario Baroni di Finocchito. Il ramo de' M. Marchesi della Schiava si estinse in Vincenzo il quale seguì Ferdinando IV in Sicilia nel 1815 e fu Capitano degli Alabardideri, Maresciallo di Campo, Gentiluomo dii Camera con esercizio e Cavaliere di S. Gennaro. Egli domandò ed ottenne che il suo titolo passasse ad Antonio M. suo largo prente, e ne' beni chiamò erede il Principe de Luna. Veggonsi Monumenti de' M in Napoli nella Chiesa del Purgatorio al Arco, ed nella Chiesa di Monteoliveto, in Nola nella Chiesa di S. Angelo, ed in Malta nella Chiesa di S. Giovanni. Possedè questa famiglia i feudi di Agropoli, Brusciano, e molt'altri; le Contee di Casamarciano e Roccarainola; i Marchesati di Gallo e Livardi ottenuti rispettivamente nel 1639 e 1654 ed altri che per brevità si tralasciano. Ebbe inoltre le Ducee di Gallo, Marigliano e S. Paolo; quest'ultima ottenuta nel 1652. Contrasse parentele con nobilissime famiglie come i d'Afflitto e numerose altre. I membri che di lei maggiormente spiccano sono: Felice Consigliere del Re Roberto d'Angiò nel 1327; Antonio Consigliere di Giovanna II. Per procura avuta dal Conte di Nola Raimondo Orsino sposò Eleonora d'Aragona figlia del Conte di Ugel e cugina del Re Alfonso di Aragona, il quale era venuto nel Regno contro Renato d'Angiò; Enrichello rinomato Capitano del Re Renato, impedì ad Alfonso I il passo di Scafati per portarsi nelle Calabrie, combattendo assieme a Giacomo Caldora; Gabriello Giudice della Gr. C. della Vicaria e del S. Consiglio, fu Maestro Razionale della Regia Zecca e Consigliere del Re Ferrante d'Aragona; Francesco Consigliere del Tribunale di S. Chiara; Ciro valoroso Capitano e Consiglieraroni che con propri cavalli servirono nella guerra di Otranto nel 1481; Vincenzo Ambasciatore di Ferrante I in Sicilia; Nicola Cavallerizzo di Alfonso Duca di Calabria ed Ambasciatore in Ispagna nel 1489; Giovan Tommaso Consigliere di S. Chiara e Presidente nella R. Camera nel1512.


Compra un documento araldico su Rastrello

Stemma della famiglia: Rastrello

Blasone della famiglia

Troncato da un filetto di nero; nel primo di azzurro alla vacca d'argento, passante sulla troncatura; nel secondo d'oro alla torre al naturale, di due palchi, merlata di tre pezzi alla ghibellina, aperta e finestrata di nero.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook