Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Razziotti, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Baroni
Heraldik die Familie: Razziotti
Krone des Adels Razziotti La famiglia ebbe la sua primitiva sede in Caiazzo, di là un Antonello, si trasferì a S.Rufo, ed un suo discendente, a nome Francesco Antonio, in Celso. Questa famiglia prese parte assai attiva in tutti i moti politici per l'indipendenza ed unità d'Italia. Gherardo, compromessosi nel 1799, soffrì persecuzioni dai Borboni, dopo il loro ritorno dalla Sicilia, fu poi consigliere della Gran Corte, e, nel 1820, rappresentò nel Parlamento Napoletano la provincia di Salerno. Nicola, colonnello durante il decennio francese. Pietro, arrestato per aver partecipato alla rivolta del Cilento del 1828, morì nelle carceri di Salerno. Francesco Antonio, deputato al... Fortsetzung folgt

Parlamento Napoletano del 1848, fu uno dei firmatari della protesta del Settembrini ed organizzatore della rivoluzione in provincia di Salerno. Condannato a morte dalla Gran Corte di Salerno con sentenza del 20 agosto 1853, riparò a Genova, ove gli morì la moglie Mariannina Tizzuti, fuggiasca anch'ella perchè imputata di aver fatto diffondere nell'esercito borbonico manifesti rivoluzionari. Costituitosi il regno d'Italia, fu eletto deputato nel collegio di Torchiara. Con R.D. 25 nov. 1868, fu decorato da re Vittorio Emanuele II del titolo di barone di Celso, titolo riconosciuto posteriormente con D.M. 20 febbraio 1890. Pietro, n. 29 giugno 1844, deceduto 17 luglio 1886, figlio primogenito del precedente, fu deputato dal 1878 all'epoca della sua morte. Anche deputato al Parlamento Nazionale fu Matteo, fratello di Pietro, da 1882 al 1909, e poi senatore del Regno. Fu inoltre Sottosegretario di Stato alle poste ed alle Finanze. Ilustrò, detto senatore Matteo, con pregevoli scritti i rivolgimenti politici della provincia di Salerno; morì nel 1928. Pietro, figlio di Antonio. apirante ufficiale del genio, morì combattimento di Veliki il 2 novembre 1916 e venne decorato di med. d'arg. al valor militare. Oltre del titolo di barone di Celso, la famiglia Mazziotti è stata decorata del titolo di barone in persona del senatore Matteo. Altro ramo. Vittorio-Emanuele II Re d'Italia, con decreto 25 Nov. 1868 e lettere patenti 21 Apr. 1872, concesse a Francesco-Antonio Mazziotti facoltà di continuare a portare il titolo di barone di Celso, di trasmetterlo per primogenitura maschile e di usare dell'arma.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Razziotti

Familien-Wappen: Razziotti

Blasonierung die Familie

Tagliato di rosso e di azzurro; il secondo al braccio destro di carnagione movente dal fianco sinistro dello scudo impugnante una mazza d'arme al naturale con la sbarra d'argento sulla partizione carica di tre rose al naturale nel verso della pezza.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome