Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Regito, país de origem: Italia

Nobreza: Principi
Heráldica da família: Regito
Coroa de nobreza Regito
Questa famiglia detta pure Riitano, Regitano e Retano è originaria della città di Vittoria in Biscaglia. Passò in Sicilia nel secolo XIV dove edificò la terra di Reytano e fu ascritta al patriziato di Plermo ed a quello di Messina, dalla quale città un ramo passò in Reggio di Calabria. Ha vestito l'abito di Malta nel 1643. Il ramo nobile di Palermo si estinse nel 1844 nel Duca Giuseppe Reytano e nel suo fratello Francesco morti senza lasciar discendenti. Ebbero una sola sorella, Marianna, maritata ne' colonna Marchesi di Parcoreale. Veggonsi Monumenti in Messina nella Chiesa di Gesù e Maria.... Continua

La famiglia Reytani ha posseduti i feudi di Acireale, Donnamaria, Moriella e Quintopantano; i Marchesati di Camporotondo nel 1668 e Gallidoro nel 1632; il Ducato di Reytano ed il Principato di S. Pietro nel 1648. Contrasse parentele con le famigllie Abendagno, Busacca, Carvalos e molt'altre che per brevità si tralasciano. I suoi personaggi di spicco furono: Lopez Capitano di 300 Cavalieri pel Re Ferdinando il Santo di Castiglia; Sebastiano Ambasciatore della città di Messina al Re Alfonso d'Aragona nel 1451; Giovanni Deputato de' nobili di Messina nel 1473; Antonio Capitano nobile e Senatore di Messina nel 1525; Sebastiano Senatore di Messina nel 1542; Paolo Governatore della Tavola Pecuniaria di Messina; Giovanni Arcivescovo di Messina nel 1571; Francesco Senatore di Messina, fu dal Re Filippo IV fatto Marchese di Gallidoro nel 1632, pe' servigi resi e per la nobiltà della sua famiglia; Ottavio Governatore della Tavola Pecuniaria di Messina; Giovanni Cavaliere di Calatrava Senatore di Messina, Segretario del S. Uffizio e conservatore del Tribunale del Regio Erario nel 1650; Placido fece parte della Compagnia de' Bianchi nel 1652; Carlo, Francesco e Cosimo fecero parte della Campagnia de' Bianchi dal 1679, al 1702; Antonio Cavaliere di Malta, Marchese di Gallidoro, Deputato del Regno di Sicilia e Governatore della Compagnia degli Azzurri, fu Ambasciatore dei nobili Messinese al Re. Nel 1678 fu spogliato del titolo di Marchese di Gallidoro perchè accusato di ribellione; Pietro Marchese di Camporotondo non lasciò prole. Gli successe la sorella Giuseppa maritata a Pietro Natoli e Lanza de' Principi di Sperlinga; Antonio Barone di Moriella, Quintopantano e Donnamaria non las25 nel suo Teatro della nobiltà tra le famiglie nobili in Napoli fuori Seggio estinte; Antonino Principe di S. Pietro, morì verso la metà del secolo XVII, non lasciò prole, e gli successe Felicia Reytano sua moglie che sposò in seconde nozze Francesco Pietrasanta Maestro di Campo e Governatore di Milazzo, la cui famiglia si estinse in Francescantonio al quale successe la sua sorella Margherita, che portò il titolo di Principe di S. Ppietro nella famiglia Lo Faso Duchi di Serradifalco.


Compre um documento heráldico sobre família Regito

Escudo da família: Regito

Brasão da família

D'argento, alla vacca di rosso, passante per la pianura erbosa, al natrurale; col capo d'azzurro, carico di tre stelle d'argento ordinate in fascia.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome