Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Resaro, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Nobili - Patrizi
Heraldik die Familie: Resaro
Krone des Adels Resaro
Quel mattacchione del Conte Giacomo Zabarella, autore di varie opere genealogiche, nel Carosio Overo origine Regia et augusta della Serenissima famiglia Pesari di Venetia pubblicato a Padova nel 1659, scrisse che i P. discendono da Giove Re di Toscana Imperator del mondo padre di Dardano Re di Troja Primo .... e continua con simili stramberie asserendo che la famiglia si trovavano tra i fondatori di Venezia da dove si recarono a Pesaro denominandosi Palmieri. Ed è appunto dai Palmieri in cui comincia la storia accreditata dagli storici e da numerosi documenti sulla famiglia P. Sembra che tra il 1221 e... Fortsetzung folgt
il 1237 un Giacomo Palmieri, console di Pesaro, uomo ricchissimo, come lo furono i suoi successori, siasi stabilito a Venezia, centro in qualche modo sicuro dalle conseguenze funeste delle fazioni politiche; qualche diecina di anni dopo questa famiglia rinnovò la chiesa di S. Zan Degolà. I discendenti dei Palmieri, lasciato questo nome, assunsero quello di P., antica loro patria; al qual cosa li procurarono in seguito la denominazione: Palmieri de ca da Pesaro, che si leggeva in una sepoltura nel chiostro di S. Maria dei Frari, ed in un documento del 27 gennaio 1456 dove è scritto: Orsa relicta q.m misser Charoxo del conf. de San Zane degolado. Con testamento 15 giugno e pubblicato nel successivo 16 agosto 1309, Angelo P. dispone che il palazzo, edificato (1250) da suo padre Caroso a S. Giacomo dall'Orio sul Canal grande non fosse mai alienato dai suoi discendenti. Tuttavia la Repubblica lo acquistò nel 15 febbraio 1382 da Andrea Marco Carosio e Maffio da Pesaro per diecimilia ducati d'oro, per farne un regalo a Nicolò II d'Este, marchese di Ferrara, che era un bastardo legittimato. I Pesaro si trovano inclusi nel patriziato nella serrata del Maggior Consiglio; dopo la cessione del palazzo a S. Giacomo dell'Orio, compariscono proprietari di quella superba mole, detta in seguito degli Orfei, che s'innalza quadrilatera in campo di S. Benedetto; opera insigne creata sui modelli di quello stile ogivale non bene definito, diffuso a Venezia fino al secolo XIV. In quella dimora, di una tra le famiglie veneziane più ricche di mezzi finanziari e di sapienza, visse la robusta progenie dei Pesaro. Essa contribuì grandemente nello sviluppo delle belle arti; diede larghi merieri e di uomini di governo.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Resaro

Familien-Wappen: Resaro

Blasonierung die Familie

Di rosso al castello di tre torri d'argento.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook