Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Reso, país de origen: Italia

Nobleza: Cavalieri
Heráldica de la familia: Reso
Corona de la nobleza Reso
Ebbe patenti di cavalierato nel 1635. Famiglia oristanese le cui notizie risalgono al sec. XVI. Godevano di grande reputazione ed erano in possesso di un notevole patrimonio; nel 1575 un Giorgio era procuratore reale e collettore delle rendite di Oristano. Nel 1634 un dottor Giovanni Antonio ottenne il cavalierato ereditario e nel 1635 la nobiltà. A partire dal 1653 i suoi discendenti furono ammessi allo stamento militare e presero parte a tutti i Parlamenti. Della casata possono essere altre le origini: un'antica famiglia milanese, che annovera parecchi decurioni nei secoli XIV e XV. Bartolomeo (viv. 1588) fu dei XII di... Continuará

Provvisione e padre di Marco Antonio, senatore, da cui Giulio (m. 1627), presidente del Senato, i cui scritti sono ricordati dall'Argelati (Bibl. Script. Mediol, 1, p. 2a, p. 90 seg.). Da questi nacque altro Bartolomeo (1590-1674), creato conte da re Filippo IV con dipl. 11 marzo 1627, dei XL decurioni, capitano di giustizia nel 1636, presidente del Magistrato Ordinario, nel 1649 reggente del Supremo Consiglio d'Italia indi nel 1660 presidente del Senato; edificò la grandiosa villa di Cesano Maderno, ora dei Borromeo Arese ed il suo palazzo in Porta Vercellina passò per eredità ai Visconti ed indi ai Litta. Fu altro dei benefattori dell'Ospedale Maggiore, ove esiste il suo ritratto. La sua discendenza si estinse con Giulio, premorto al padre nel 1665 con due femmine; l'una, Giulia, sposata al conte Renato Borromeo e l'altra, Margherita, al conte Fabio Visconti Borromeo: esse portarono così in quelle due casate il cognome, le armi e le ingenti sostanze di questo ramo, degli Arese. Da Benedetto, fratello del soprannominato senatore Marco Antonio, procede la diramazione tuttora esistente. L'abiatico suo, Benedetto, dei XII di Provvisione, confeudatario della Pieve di Seveso, con diploma di re Carlo II del 29 dicembre 1666, interinato il 15 luglio 1667, ottenne il titolo di conte con trasmissione primogeniale mascolina, che fu appoggiato al feudo di Barlassina. Da questi discese altro Benedetto, che fu marito di donna Margherita Lucini; in seguito a quest'unione gli Arese aggiunsero il cognome di questa casata al proprio. Furono figli loro Francesco, ufficiale napoleonico, creato barone del Regno Italico, indi coinvolto nel processo dei carbonaRegno, creato nel 1869 cavaliere dell'Ordine Supremo della SS.


Comprar un documento heráldico de Reso

Escudo de la familia: Reso

Blasòn de la familia

Troncato d'oro e d'azzurro colla fascia di nero sulla troncatura: nel primo all'aquila d'azzurro; nel secondo alla capra sormontata da tre stelle ordinate in fascia, il tutto d'argento.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome