Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Ressio, country of origin: Italia

Nobility: Nobili - Patrizi - Signori - Conti
Heraldrys of family: Ressio
Nobility crown Ressio Antica ed assai nobile famiglia umbra, con residenza in Cesi sin dal secolo decimo quarto ma passata poi in Terni, conosciuta come Pressio o Ressio, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Le memorie documentali risalgono a Giovanni, capitano in Roma, e a Battista, dottore e letterato, nato nella prima metà del secolo XIV. Prospero, di Cesare, di Vittorio, di Mattia, di Battista, e di Anna Spada, figlia di Onorio Spada, creato conte dall'imperatore Carlo V nel 1533, dottore e diplomatico, riceveva da Ferdinando II imperatore, con chirografo segnato in Vienna il 24 marzo 1554, il titolo di... To be continuedconte palatino trasmissibile ai discendenti legittimi e naturali di ambo i sessi per continuata linea retta mascolina. Dopo aver trattato importanti affari per incarico del pontefice Urbano VIII e del cardinale Francesco Barberini, e dopo aver seduto nei tribunali di Roma e di Bologna, fu luogotenente generale del cardinale legato a latere in Perugia. Il 30 giugno 1644, dieci anni dopo aver ottenuto la nobiltà imperiale, riceveva dai Consoli della Mercanzia, dagli uditori del Cambio e dai Camerlenghi dei Collegi delle arti, insieme adunati, la nobiltà perugina con ogni onore e privilegio. Moriva il 2 marzo 1660. Domenico (1647-1702) sposava Anna De Donati e il figlio Cesare Francesco, raccoglitore e intenditore di opere d'arte, scrisse di agricoltura e di caccia. Il figlio Prospero, giurista, fu accolto nel patriziato di Spoleto nel 1807. Altra famiglia. Nobile casato piemontese, con residenza in Romano Canavese, conosciuto come Ressia o Ressio, i cui membri hanno goduto del titolo di Signori di Mombello. Un Antonio, già castellano di Romano, fu investito della nobiltà e dell'arme dal Vescovo di Ivrea il 20 marzo 1622; altro Antonio fu medico di Corte; un Pietro Giuseppe, avvocato collegiato, intendente d’Ivrea (1750, 17 gennaio) e di Vercelli (1759, 25 agosto), acquistò dalla città di Chieri (Assenso 1753, 5 maggio) parte di Mombello dalla Frasca e ne fu investito nel 1753, al dì 15 maggio. Motto: DUM. NITOR. ELEVOR. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Buy a heraldic document on family Ressio

Coat of Arms of family: Ressio

Coat of Arms of family Pressio

1 Blazon of family Pressio

Interzato in fascia; nel 1° di verde, al monte di tre cime d'oro, sormontato da una colomba d'argento, rivolta e tenente nel becco un ramo d'olivo al naturale, sinistrata da una cometa d'oro, colla coda volta a destra; nel 2° inquartato d'azzurro e di rosso, con un giglio d'oro sul primo, ed una stella di otto raggi dello stesso nel secondo; colla colonna d'argento, coronata d'oro, in palo, attraversante sulla partizione; nel 3° di verde, alla colomba d'argento, avente nel becco un ramoscello d'olivo al naturale, e posata sopra un piccolo tronco d' oro, posto in banda.

Pressio o Ressio; fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Coat of Arms of family Ressia

2 Blazon of family Ressia

Spaccato; nel primo d'azzurro, a tre stelle d'oro male ordinate; nel secondo di nero, alla colonna con base e capitello d'argento; con una fascia d'oro attraversante sulla partizione. Cimiero: Una lama di sega al naturale in palo.

Ressia o Ressio. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome