Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Resto, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Resto
Corona de la nobleza Resto Iscritta nella matricola di Ottone Visconti. Il Giulini (Mem. spett., V, 493 I edizione) ricorda sotto l'anno 1149 un Lantelmo da Sesto "uomo nobile" e le sue pretese circa la nomina del clero di quel paese. Il primo noto nella genealogia documentata è un Dionigi, dal quale discende per varie generazioni Ercole (n. 1717), padre di Gaspare Francesco (1746-1828), giureconsulto, e di Marianna andata sposa a don Luigi Barzi, patrizio milanese e la cui nobiltà fu riconosciuta con decreto 18 gennaio 1790 dell'I.R. Consiglio di Governo e lo stemma gentilizio delineato nel Codice Araldico, così che potè essere ammessa agli... Continuaráonori di Corte. Dal predetto Gaspare Francesco discendono gli attuali membri della famiglia, che ottennero il riconoscimento della nobiltà e dello stemma con Decreto Ministeriale 15 settembre 1906 per mf. e sono iscritti nell'Elenco ufficiale in persona di: Ercole, di Fiorenzo, di Gaspare e le di lui figlie: Ersilia ed Ernesta nonchè la di lui sorella: Maria Caterina. Altra famiglia antica e nobile famiglia orginaria del Friuli. Il commendator G.B. di Crollalanza riporta la blasonatura di questa famiglia nei volumi del suo Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane "D'argento, a tre sbarre di rosso".
Comprar un documento heráldico de Resto

Escudo de la familia: Resto

Blasòn de la familia

D'argento a tre caprioli d'azzurro, col capo di oro caricato di una aquila di nero, coronata del campo.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome