Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Ripana, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Ripana
Corona de la nobleza Ripana
Antica e nobile famiglia venuta dalla Provenza in Italia nel 1265 con i fratelli Decio ed Ettore, al seguito di Carlo I d'Angiò, e stabilitasi in Capitanata, dove esercitò alte cariche, ebbe vasti possessi e godè ampi privilegi. Appartenne poi al primo dei tre ceti di Candela, dove ininterrottamente fu chiamata a ricoprire le più importanti magistrature, fondò numerosi benefici di jus patronato familiare e possedette, fin dal 1400, altari privati e cappelle gentilizie. Benemerita per molteplici legati e fondazioni di pubblica assistenza ed utilità, questa famiglia fu illustrata in ogni epoca da uomini eminenti nelle armi, nella Chiesa, nel... Continuará

governo: Gualtiero, sotto il regno di Carlo II di Angiò; Antonio e Amedeo; Raimondo, valoroso uomo d'arme nell'esercito di Fernando il Cattolico; Pietro, Governatore all'epoca del Gran Capitano Consalvo; Giacomo e Giovan Battista, Dottori, Capitani nel secolo XVII e Giuseppe, loro fratello, Governatore di Canosa; Francesco Antonio, Priore di Candela, Arciprete Decano della Cattedrale di Ascoli e Vicario Foraneo, fu nominato nel 1674 Commissario Apostolico della Revenda Fabbrica di San Pietro e Familiare e Commensale del Papa; Giovanni (1678-1729), Giudice Regio a contratti della città di Barletta nel 1703; Carlo (1805-1872), teologo, Monsignore, Custode della Biblioteca Alessandrina e rettore della chiesa dello Spirito Santo dei Napoletani in Roma, autore dei "Ritratti poetici di tutti i Romani Pontefici", della traduzione degli Inni della Chiesa, ecc., membro dell'Accademia dei Quiriti, decorato da sua Maestà Imperiale Apostolica della medaglia d'oro "Litteris et artibus"; Carmine (1778-1846), letterato e poeta, Comandante della Milizia cittadina e, nel 1813, decorato della medaglia militare; Stefano (1801-1873), teologo e Protonotario Apostolico; Onorio (n. 1812) in Religione Padre Andrea da Candela, teologo e predicatore fu fra i fondatori dell'ospedale italiano di Buenos Aires; Vincenzo (1792-1880), Secondo sergente della guardie d'Onore, capo Urbano, Sindaco e Consigliere Provinciale di Candela; Antonino (1813-1880) Consigliere Distrettuale e provinciale di capitanata, fra i primi fautori dell'Unità d'Italia (benchè nel 1851 avesse ospitato nel suo palazzo Ferdinando II), Maggiore della guardia Nazionale, si distinse poli ai moti politici del 1848, fu presidente del Comitato di azione nel 1859-60, Capitano della Guardia Nazionale e fu decorato della medaglia di bronzo al valor Militare, nonchè di un attesta di gratitudine e benemerenza; Germano (1839-1905), Luogotenente della Guardia nazionale, fu presidente del consiglio Provinciale di capitanata.


Comprar un documento heráldico de Ripana

Escudo de la familia: Ripana

Blasòn de la familia

Di rosso, alla banda d'argento caricatac di un cavallo di nero, sbrigliato e corrente lungo la banda, accompagnata in capo ed in punta da un trifoglio d'oro.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome