Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Roberti, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Conti
Araldica della famiglia: Roberti
Corona nobiliare Roberti
Antichissima famiglia piemontese, oriunda di S.Damiano d'Asti, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia e del Mondo. Si ricorda un Biagio che, nel 1381, fu deputato di S. Damiano per la prestazione di omaggio al marchese di Monferrato; Biagio era, tra l'altro, figlio di Gio. Battista, che fu consigliere di S. Damiano e, nel 1570, pretore d'Incisa. Giacomo acquistò, nel 1576, dai Tortonesi porzioni di Carpeneto e ne fu investito il 21 agosto 1578. Roberto, di Bartolomeo, fu capitano dei cavalleggeri del duca di Mantova. Suo figlio, chiamato anch'esso Gio. Battista, fu dottore... Continua
di leggi, residente del duca di Mantova a Vienna, alla Dieta di Ratisbona, senatore e sotto-governatore di Acqui. Da costui nacque Francesco Maria, che fu generale comandante delle milizie di Acqui. Acquistò dai Bulgarino il feudo di Castelvetro, di cui fu investito col titolo comitale il 2 maggio 1680. Provennero dal conte Francesco Maria, successivamente, Battista, Giovanni, Roberto, Bernardino, che fu maggiore d'armata, Giuseppe Maria, che fu maggiore generale, governatore di Cagliari ed Edmondo. Edmondo fu colonnello delle guardie nazionali di Cagliari, deputato nelle legislature IV e XII e gentiluomo di Camera onorario. Sposò Maria, del marchese Tommaso di S. Tommaso e successe, per la moglie, nei titoli sardi di marchese di S. Tommaso, S. Severo e Monteleone. Non ebbe dalla consorte discendenza mascolina. Vittorio fu colonnello di Stato maggiore, fece la campagna del '48 e fu deputato nella V e VI legislatura. Fu suo figlio Emanuele, che fu ufficiale di cavalleria e fece le campagne del '66 e del '70. Sposò Rosetta, del senatore Gio. Francesco Ricci, e da queste nozze nacquero Luigi (n. Torino 20 gennaio 1874, deced. Nizza Monferrato, agosto 1892 per caduta da cavallo), Edmondo (n. Torino 30 gennaio 1876), ingegnere, Vittoria (n. Torino 13 maggio 1877, deced. ivi 11 febbraio 1878), Maria (n. Torino 3 dicembre 1879), Giovanni Francesco (n. Torino 20 maggio 1883), Giuseppe (n. Torino 18 dicembre 1886, deced. nella zona di Gorizia in combattimento 14 maggio 1917), Vittorio (n. Porto Maurizio, 3 maggio 1890), ingegnere, e Luigi (n. Torino 24 aprile 1896, deced. sul campo in combattimento, 3 novembre 1916). La famiglia è iscritta nel Libro d'oro della Nobiltà Italiana e nell'Elenco ufficiale Nobiliare Italiano, col titolo di conti di Castelvetro. Altra famiglia. Aggregata al Consiglio nobile di Bassano, riscontrasi compresa nel catalogo delle famiglie nobili di quella città formato ed approvato dal veneto senato nel 1726. Era altresì aggregata ai Consigli nobili di Belluno e di Padova. Nel 1757 ottenne dal senato veneto il titolo di conte, per infeudazione fatta di campi 91 situati nel comune di Nove ed Angaran a titolo di feudo retto e nobile. Fu confermata nobile con sovrana risoluzione 28 febbraio 1821 e nel titolo comitale con altra sovrana risoluzione 16 ottobre 1830. Altra famiglia. Nobile famiglia di Bergamo. Altra famiglia. Nobile casata bolognese. Altra famiglia. Nobile bresciana, era originaria di Lavenone in Valtrompia. Altra famiglia. Nobile casato pugliese, con residenza in Giovinazzo, distintosi per aver dato i natali a numerosi giuristi e proprietari terrieri. Non molte famiglie, anche fra le più antiche, possono vantare una nobiltà di origine così pregevole, della quale i discendenti, a buon diritto, potranno vantarsi.
Compra un documento araldico su Roberti

Stemma della famiglia: Roberti

Stemma  della famiglia Roberti

1 Blasone della famiglia Roberti

Spaccato merlato di nero e d' argento.

Roberti di Bergamo. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 431, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Roberti

2 Blasone della famiglia Roberti

Tagliato d'oro e d'argento, alla sbarra d'azzurro, attraversante sulla partizione, accompagnata da una stella di sei raggi d'argento sull'oro, e da una stella d'oro sull'argento, colla spada dello stesso, impugnata d'oro, posta in banda, attraversante sulla sbarra, e colla punta in alto.

Roberti di Bergamo. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 430-431, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Roberti

3 Blasone della famiglia Roberti

Di rosso, alla scala di tre piuoli d'oro, posto in palo.

Roberti di Bologna. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 431, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Roberti

4 Blasone della famiglia Roberti

D'azzurro, ad un cuore di rosso, trapassato da due frecce d'oro, colla punta rivolta in su, sormontato in capo da una corona d'oro a fioroni.

Roberti di Brescia. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 431, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Roberti

5 Blasone della famiglia Roberti

D'argento, a due monti di nero, moventi dalla punta.

Roberti di Giovinazzo (Puglia). Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 431, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Roberti

6 Blasone della famiglia Roberti

Inquartato; nel 1° d'oro, all'aquila bicipite di nero, coronata su ciascuna testa dello stesso; nel 2° e 3° d'oro, a tre sbarre di azzurro; nel 4° di rosso, al bordone da pellegrino d'argento, sormontato da due rami di palma di verde addossati e passati in croce di S. Andrea entro una corona ducale d'oro; e sul tutto una fascia d'argento, caricata da una biscia di verde, ondeggiante in palo; essa fascia attraversante.

Roberti di Nizza della Paglia (Piemonte); Conti di Castelvero. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 431, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888; e in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI" vol. V p.750.

Stemma  della famiglia Roberti

7 Blasone della famiglia Roberti

Spaccato d'oro e di nero.

Roberti di Padova. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 431, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Roberti

8 Blasone della famiglia Roberti

Spaccato: nel 1° d'oro, al leone illeopardito di rosso, nascente dalla partizione; nel 2° d'azzurro, al capriolo d'argento, accompagnato in capo da due stelle d'oro, ed in punta da un ramo di quercia al naturale, fruttato di tre pezzi d'oro, movente dalla punta dello scudo. Cimiero: Un angelo nascente, vestito d'oro, tenente colla mano sinistra un ramo di palma di verde. Motto: VIRTUTE ADQUIRITUR.

Roberti del Piemonte , conti di Cocconito. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 431, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Roberti

9 Blasone della famiglia Roberti

D'azzurro, al leone morente d'oro, accompagnato in capo da tre stelle di otto raggi dello stesso ordinate in fascia.

Roberti di Roma. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 431, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Roberti

10 Blasone della famiglia Roberti

Inquartato; nel 1° e 4° d'azzurro, al leone sedente sormontato da tre stelle (6) male ordinate; nel 2° e 3° d'azzurro, al leone sedente con la testa rivolta, guardante una stella (6); il tutto d'oro.

Roberti di Roma. Elaborato da disegno del pittore Giovanni Rust inserito nel "Libro d'oro della nobiltà romana" conservato presso l'archivio capitolino di Roma.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome