Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Roissardo, provenienza: Italia

Titolo: Baroni
Araldica della famiglia: Roissardo
Corona nobiliare Roissardo
Famiglia oriunda da Nizza. L'avocato Pietro Roissard, che sposò Anna Rosa, di Lorenzo Dettat, procreò l'avvocato Pietro (n. Chambery, 1706), il quale, avendo acquistato la proprietà denominata Bellet, ne fu infeudato il 12 settembre 1777 e investito col titolo baronale il 21 successivo novembre. Fu suo figlio Pio (n. Nizza, 7 maggio 1739, dec. 1819), che dalle sue nozze (1771) con Francesca Vedel ebbe Francesco e Michele, dal quale ultimo origina una linea secondogenita. Francesco (n. Nizza, 14 novembre 1773, dec. ivi 16 dic. 1 834), fu padre di Giambattista e di Leonardo. Quest'ultimo, che nacque in Nizza il... Continua
16 settembre 1816 e morì in Roma l'11 febbraio 1901, fu tenente generale comandante l'arma dei RR. Carabinieri e fece le campagne del 1848 e del '59. Il 7 giugno 1886 ebbe lo nomina a senatore del Regno. Non lasciò prole mascolina. Ai discendenti della figlia Giovanna Prosperina, che sposò il colonnello Gatto (1877), venne concesso l'aggiunta del cognome Roissard. Giambattista (n. Nizza, 30 dicembre 1811, dec. ivi febbraio 1896) sposò Paolina del barone Luigi Duante, e fu suo figli, fra gli altri, Francesco Eugenio (n. Nizza 24 ottobre 18369, che fu deputato delle Alpi Marittime alla Camera francese e scrittore. Ebbe il riconoscimento del titolo nobiliare con D.M. del 12 sett. 1899. Da lui nacque Giovanni, che fu console di S. Marino a Parigi. Sposò Lisa Prodgers, e sono suoi figli Francesco, Paolina e Teresa. Michele (n. Nizza 24 settembre 1791, dec. Torino 12 maggio 1866) fu maggiore di fanteria. Sposò (1831) Camilla Cordero di Montezemolo e furono suoi figli, fra gli altri, Ermanno e Oscar (n. Nizza, 16 aprile 1845), il quale fu riconosciuto nel titolo nobiliare con D.M. del 6 maggio 1900. Ermanno (dec. Ceres, 18 agosto 1897), fu direttore, compartimentale dei telegrafi. Sposò in prime nozze (1875) Aurelia Bianco di S. Secondo, e da queste nozze nacquero Camillo, Maria, Cristina, Vittorio e Michelina, e sposò in seconde nozze Gabriella del conte Carlo Fontana e nacque da queste nozze Luisa (n. Torino 21 marzo 1890). Motto della famiglia: Res non verba.

Compra un documento araldico su Roissardo

Stemma della famiglia: Roissardo

Blasone della famiglia

Inquartato: nel primo d'oro all'aquila di nero, linguata di rosso, nel secondo di rosso al leone d'oro lampassato di rosso, nel terzo d'azzurro a tre pini di verde, uno appresso l'altro, piantati su una campagna dello stesso; nel quarto sbarrato d'azzurro e d'argento di 8 pezzi.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome