Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Roita, país de origen: Italia

Nobleza: Marchesi - Nobili
Heráldica de la familia: Roita
Corona de la nobleza Roita Famiglia veneta, oriunda da Fusca presso Tolmezzo nel Friuli. Nel XVIII secolo passò a Bassano, quindi a Trieste nel 1823 a Sandrigo e finalmente a Vicenza, ove diede grande incremento all'arte della filatura e tessitura del lino e della canapa. Fondò quattro grandi stabilimenti a Vicenza, a Vivaro, a Cavazzale ed a Debba, acquistando rinomanza sia per le benemerenze industriali che per opere benefiche. Il Sommo pontefice Leone XIII concesse a Giuseppe il titolo di marchese con trasmissione primogeniale mascolina, con Breve 6 marzo 1901, titolo autorizzato nel Regno con D.R. 24 dicembre 1925 e RR.LL.PP del 16 maggio 1926... Continuará
e riconosciuto con D.P. 3 ottobre 1927 per la successione al figlio Giuseppe. La presenza del motto nella bibliografia documentata della famiglia ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Infatti l'origine del motto risale a circa il XIV secolo e deve essere ricercata in quei detti arguti che venivano scritti sui vessilli o bandiere dei cavalieri, esposti alle finestre delle locande in cui questi alloggiavano, in occasione dei tornei, e durante i tornei stessi. Il motto era un pensiero espresso in poche parole facente allusione a un sentimento palese o nascosto, a una qualità, a un ricordo storico, per stimolo al coraggio o onore. Era scelta dal capo della famiglia, dal cavaliere entrante in lizza o data dal sovrano al proprio uomo ligio. Motto della famiglia: Labore et probitate.

Comprar un documento heráldico de Roita

Escudo de la familia: Roita

Blasòn de la familia

Troncato al primo d'argento, al secondo d'oro, fasciato d'azzurro.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome