Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Rollandetti, país de origem: Italia

Nobreza: Baroni
Heráldica da família: Rollandetti
Coroa de nobreza Rollandetti
Vittorio-Emanuele II Re d'Italia con decreto 17 Sett. 1864 concesse il titolo di barone, trasmissibile per primogenitura maschile, a Giulio nobile de Rolland, nativo di Chambèry, cittadino di Torino dopo l'annessinoe della Savoja alla Francia, e prefetto successivamente delle provincie di Urbino e Pesaro, di Chieti, di Livorno, di Messina e di Firenze, e quindi deputato per varie legislature al Parlamento nazionale. La presenza del motto nella bibliografia documentata della famiglia ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Infatti l'origine del motto risale a circa il XIV secolo e deve essere ricercata in quei detti arguti che venivano scritti sui... Continua

vessilli o bandiere dei cavalieri, esposti alle finestre delle locande in cui questi alloggiavano, in occasione dei tornei, e durante i tornei stessi. Il motto era un pensiero espresso in poche parole facente allusione a un sentimento palese o nascosto, a una qualità, a un ricordo storico, per stimolo al coraggio o onore. Era scelta dal capo della famiglia, dal cavaliere entrante in lizza o data dal sovrano al proprio uomo ligio. Motto della famiglia: Agere et pati fortia. Altro ramo. A Giulio Alessandro (nato Chambery, 1820, defunto Roma il 17 febbraio 1901), di Alessandro e di Clotilde Genin, venne concesso il titolo di barone il 17 settembre 1864. Fu intendente a Varese (1860) prefetto a Pesaro e a Firenze. Nel 1860 aveva optato per la nazionalità italiana. Motto della famiglia: Agere et pati fortia.


Compre um documento heráldico sobre família Rollandetti

Escudo da família: Rollandetti

Brasão da família

D'azzurro alla spada d'argento posta in palo.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome