Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Romaniello, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Cavalieri
Heraldik die Familie: Romaniello
Krone des Adels Romaniello
Famiglia originaria della Basilicata, di antica e nobile tradizione, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. La cognominizzazione, anteriore al XVII secolo, è una patronimia derivata da un sopranome derivato dal toponimo Roma, probabile luogo di origine del capostipite. I nomi dei Romaniello sono di sovente ricordati in testi, istromenti e contratti di vendita di terre e case, dai quale appare che erano di condizione agiata e nobile. Un Giovanni, maestro di campo in Messina, fiorì nella seconda metà del XVII secolo; la carica era venale, ossia ricevibile e cedibile liberamente, per conseguenza i rampolli dell'alta aristocrazia potevano... Fortsetzung folgt
accedere al grado ad un'età assai precoce e trovarsi, quindi, in buona posizione per ambire per anzianità ai gradi superiori. Un Silvestro, fiorito nel XIX secolo, è menzionato in vari atti di compravendita di immobili registrati in Napoli tra il 1830 e 1850; un Vincenzo (n.1858), fiorito in Napoli, fu valentissimo compositore e pianista. Non sappiamo se discende dalla stessa casata, ma fu celebre un Romaniello, brigante lucano considerato un eroe, di fatto aiutò il popolo del sud cerca di rivendicare la sua identità contro un'unità quasi imposta dall'alto dai piemontesi. Altro ramo. Famiglia romana originaria della Basilicata. Questa famiglia, a dir dell'Amayden, era sicuramente comprese tra quelle raccolte nel Libro d'oro del Campidoglio. Dalla bibliografia documentata sui manoscritti della Vaticana può rilevarsi il numero relativamente esiguo delle memorie riguardanti le famiglie romane, se si tralasciano le fonti sospette del Ceccarelli, del Fanusio, del Metallino le cui favole furono in parte accettate dal Iacovacci. Constatando che non esiste un Nobiliario romano, ma trovasi nell'Archivio Segreto della Santa Sede un imponente volume dal titolo "famiglie ascritte al libro d'oro del Campidoglio". Infatti il libro è andato perduto a causa della malevola azione del tempo, ma, in base all'elenco datoci da Benedetto XIV nella sua costituzione Urbem Roman del gennaio 1746, Pio IX, il 2 maggio 1853, ordinò la rinnovazione del Libro d'Oro, fatto per cura di una congregazione araldica capitolina. L'elenco delle famiglie ascritte al Libro d'Oro conservato nell'Archivio Vaticano, è molto esteso perché abbraccia anche le famiglie patrizie estintesi da secoli. La famiglia ebbe nobiltà riconosciuta tra il 1600 e il 1700 anno in cui Teodoro Amayden eseguì le sue ricerche e compose " Ragguaglio di tutte le nobiltà delle famiglie antiche et moderne di Roma... et famiglie straniere. Fondo Vaticano n.7957, fol. 58".
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Romaniello

Familien-Wappen: Romaniello

Blasonierung die Familie

Di rosso al braccio destro vestito di verde, movente dal lato sinistro, tenente con la mano una spada d'argento, posta in palo.
Abazia Cassinese di San Paolo. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol. V p.770.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome