Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Rosanno, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili
Heráldica da família: Rosanno
Coroa de nobreza Rosanno
Con patenti del 20 giugno 1647, la reggente Maria Cristina di Francia, duchessa di Savoia, dichiarava di confermare ad Agostino Rosanno, notaio, procuratore e podestà del marchesato di Pollone, l'uso di un particolare stemma gentilizio, ivi descritto. Il diploma afferma che esso, Agostino, e "il fu Giovanni, suo bisavo, Notaro Imperiale, e tutti gli altri suoi predecessori, hanno sempre avuto onoratamente et usato per loro arma lo stemma anzidetto". Risalire da Agostino al bisavolo suo Giovanni, significa riportare la prova del possesso dell'arma gentilizio al oltre un secolo prima. Con patenti del 18 settembre 1671, Raffaele, figlio di Agostino, veniva... Continua
investito "della metà dei beni e ragioni feudali" di Viancino. Tali beni e ragioni feudali hanno una lunga storia non ingloriosa, consacrata da re Carlo Emanuele III nel preambolo delle sue patenti, del 4 gennaio 1740. Appartennero in origine ai nobili di Viancino, per investitura del 27 maggio 1418 e 28 settembre 1461; e passarono poi ai Bazzani, che ne fecero la consegna il 26 luglio 1463 e ne furono successivamente investiti il 5 settembre 1571 e il 3 luglio 1582. Estinti i Bazzani, Carlo Emanuele I fece donazione dei beni, devoluti al r. patrimonio, al celebre legista senatore Antonio Bagnasacco, per patenti 12 gennaio 1859; e, morto lui, ne investì i figli il 9 marzo 1602. Raffaele Rosanno, sposò Anna Maria Bagnasacco che, ultima di casa sua, gli portò in dote, per atto 21 maggio 1666, la quota feudale paterna; dunque, egli, fu investito il 18 settembre 1671 "della metà dei beni e ragioni feudali suddette". Perdurarono nei suoi figli, avv. Carlo Giuseppe e teol. Agostino Filiberto, che il I luglio 1687, consegnavano l'arma gentilizia dell'avo. E ne furono investiti successivamente Raffaele predetto il 18 settembre 1671; l'avv. Carlo Giuseppe, il 5 giugno 1690; l'avv. Marco Aurelio, il 4 gennaio 1740; Raffaele Francesco, il 26 marzo 1776. Raffaele Francesco Rosanno fu tesoriere del Gran magistero Mauriziano per R. Patenti I° agosto 1814. Era suo fratello l'avv. Angelo Carlo Giuseppe, che investito con lui dei beni feudali in territorio di Vaincino, il 26 marzo 1776 aveva sposato Teresa Felicita Donaudi, sorella di Ignazio, conte di Mallere. Da questo matrimonio nacquero l'avv. Carlo Giuseppe, valoroso magistrato, consigliere senza discendenza.
Compre um documento heráldico sobre família Rosanno

Escudo da família: Rosanno

Brasão da família

D'argento all'albero di verde terrazzato dello stesso e sostenuto da due leoni d'azzurro.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome