Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Rosatti, country of origin: Italia

Nobility: Nobili - Patrizi - Conti - Marchesi
Heraldrys of family: Rosatti
Nobility crown Rosatti
Assai antica ed illustre famiglia lombarda, la quale fu feudataria della Pieve di Rosate, tanto che, in tempi remoti, era conociuta come "De Rosate", su concessione dell'Arcivescovo Arimberto d'Intimiano, tra il 1018 ed il 1031. I de Rosate, erano un ramo della potente famiglia dei signori de Besate di origine longobarda e con la investitura ad Anselmo II a "comes capitaneus plebis Rosate" assursero nella classe dei capitanei e quindi divennero vassalli dell'Arcivescovo di Milano. Il Magister Bartolomeus Johannis Rosati giunse agli inizi del 1400 a Fermo (AP) da lui nacque Ser Giannino, padre di ser Giacomo Rosati trasferito... To be continued
a Montalto Marche (AP) da cui nacquero: a) Ser Giannino o Giovanni, podestà di Monteprandone nel 1483 da cui i conti Rosati di Monteprandone, (patrizi ascolani e di Fermo, nobili di Montalto e signori di Villa Casaregnano che il 29 luglio 1780 ottennnero con Beneplacito Pontificio in enfiteusi Pian di Mignano o Villa Piattoni di Castel di Lama (al conte Giacomo Antonio Rosati); b) Ser Marino (1487) che si trasferì provvisoriamente da Montalto a Macerata quale Procuratore fiscale presso la Curia Legatizia; costui venne ascritto anche al patriziato di Macerata unitamente al figlio Vincenzo. Da Marino discendono i Rosati Sacconi, Sacconi Rosati, estinti negli Ambrosi di Ascoli da cui: Ambrosi Rosati Natali Sacconi, Ambrosi Rosati Sacconi, marchesi di Cavaceppo, patr. di Ascoli; c) Ser Antonio di Ser Giannino, rimasto a Fermo fu il capostipite degli attuali Vitali Rosati, patr. di Fermo e di S.Marino. Dal ramo di Montalto derivò il ramo di Matelica ascritto alla nobiltà civica ed estinto con Filippo Rosati. Dal ramo di Monteprandone derivarono i rami collaterali di Castel di Lama e di Maltignano. Altro ramo. Antica famiglia di Ascoli, come già sopra riportato, ove ebbe il titolo di Patrizio, per tutta la discendenza maschile e femminile. Tal casato, inoltre, in persona di Agostino, ebbe il titolo di marchese di Cavaceppo, trasmissibile a tutti i suoi discendenti maschi, fin dal 1794. Il marchese Emilio avendo sposato la N. D. Cecilia Rosati-Sacconi, ultima di sua famiglia, aggiunse questo cognome e inquartò lo stemma Sacconi. I titoli sono stati riconosciuti fin dal 1906 come risulta dall'Elenco uff. marchigiano. Oggi la famiglia si divide in tre rami: Ramo primogenito: 1. Luigi m.se di Cavaceppo, patrizio di Ascoli, 2. Francesco, sp. Tacchi-Venturi. Ramo secondogenito: Beatrice. Ramo terzogenito: 1. Pio, marchese di Cavaceppo, patrizio di Ascoli, n. Ascoli 21 febbr. 1866, ingegnere; sp. 25 ag. 1898 Giuseppina Savio. Altro ramo. Antichissimo casato di Fermo, della cui prima origine si è già accennato, i cui membri appartennero sempre al Consiglio di Cernita di Fermo e ricoprirono le cariche di console e priore. Luigi nel 1510 fu podestà di Pesaro e nel 1512 governatore a Rimini. Giovanni Francesco, nel 1528, fece edificare il portico a colonne dinanzi la chiesa di S.rocco a Fermo. Rosato fu architetto di S. Carlo a Catinari di Roma. Uriele, il migliore dei letterati fermani al principio del 1600, grande amico di Torquato Tasso, fu ambasciatore a Paolo V; principe della Accademia degli "Sciolti", che aveva sede nel palazzo Rosati. I cognomi di cotal risonanza, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Buy a heraldic document on family Rosatti

Coat of Arms of family: Rosatti

Blazon of family

Partito: nel primo d'azzurro al tralcio di vite di verde fruttato di 3 grappoli al naturale, accollato ad un palo; nel secondo partito: a destra d'azzurro alla cometa d'oro (8) ondeggiante in palo, a sinistra troncato d'oro e d'azzurro al palo dell'uno nell'altro. Cimiero: L'aquila sorante e coronata d'oro.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome