Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Rovaria, país de origen: Italia

Nobleza: Conti
Heráldica de la familia: Rovaria
Corona de la nobleza Rovaria
Questa vecchia famiglia udinese deve all'arte notarile, questo "vero di civiltà primo manto", come enfaticamente la definì il cronista de Rubeis (miss. Bibl. civica di Udine), la sua ascensione economica e sociale e la sua assunzione alla nobiltà. Portata a Udine sul finire del secolo XVI da un Giovanni notaio dal paese di provenienza, fu accolta in quella cittadinanza il 16 maggio 1432 nella persona del notaio Lorenzo il quale nello stesso giorno venne nominato cancelliere della Comunità. Per due secoli la famiglia esercitarono, di padre in figlio, la notaria, finchè nel sec. XVII, raggiunta una ragguardevole posizione finanziaria, abbandonarono... Continuará
la professione, per darsi chi alle cariche pubbliche, chi alla carriera ecclesiastica e chi alle armi. Nel 1518 la dinastia rimase compresa nella serrata del Maggior Consiglio udinese nella parte aristocratica e nel 1769, con ducale del 27 aprile, i nobili fratelli Gaspare, Carlo, Vincenzo e Francesco qu. Bernardo, dietro loro offerta di ducati 500, vennero decorati del titolo di conte con tutti i successori maschi. La relativa iscrizione nell'Aureo Libro dei Titoli porta la data del 10 maggio 1769. Nel 1735, il primo dei suddetti fratelli, Gasparo, giovane scapestrato, venne dal padre arruolato per punizione, in qualità di semplice soldato, nel reggimento detto "di Francia", comandato dal conte Bournonville, che allora trovavasi di stanza a Napoli.
Comprar un documento heráldico de Rovaria

Escudo de la familia: Rovaria

Blasòn de la familia

Troncato d'oro e di nero, al leone dell'uno all'altro.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome