Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Sacchitella, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Patrizi
Heraldik die Familie: Sacchitella
Krone des Adels Sacchitella
Originaria di Alessandria della Paglia, fu trapiantata in Viterbo nel 1297 da un Gian-Giacomo chiamatovi dal pontefice Bonifacio VIII in qualità di tesoriere del patrimonio di S. Pietro, il qule nel 1300 fu dal Consiglio generale delle città ascritto alla cittadinanza viterbese. Nel 1302 papa Benedetto XI lo confermò nella carica di tesoriere, nel 1307 il Legato pontificio in Roma lo mandò a governare per la Chiesa la città di Spoleto, e nel 1315 fu dal Consiglio inviato commissario a Montefiascone per frenare gli eccessi della soldatesca viterberse che in quell'anno aveva saccheggiato e malmenato quella città. Pier-Giovan-Paolo, suo figlio,... Fortsetzung folgt

nel 1344 fu nominato uno dei priori della città, e l'anno seguente gli fu conferita la soprintendenza alle fortificazioni e munizioni della stessa con autorità di comando su tutte le terre della provincia. Eletto a far parte del Consilgio generale e nuovamente al priorato nel 1358, essendo la città afflitta da fierissime discordie, ei si risolvette di abbandonare la patria e di ricoverarsi in Corneto, dove i suoi successori pur dimorarono alternativamente insieme a Viterbo. Giovan-Giacomo, nipote del precendente, nel 1407 fu creato gonfaloniere di Corneto, ed i Viterbesi nel 1419 lo elessero conservatore del Comune, e poco dopo fu nominato dei priori. Lasciò di sè alta rinomanza Pier-Giovan-Paolo, figlio di Giovan-Giacomo, il quale a 31 anni fu nominato vice-tesoriere del patrimonio di S. Pietro, e nel 1431 deputato ad incontrare, alla testa di 300 uomini d'armi, l'Imperatore Sigismondo che recavasi a Roma, il qule lo creò cav. aurato e conte palatino. Il pontefice Eugenio IV nello stesso anno lo creò soprintendente generale dell'esercito per la difesa del patrimonio della Chiesa contro i Colonna ed i Vico. Nel 1441 i Milanesi lo chiamarono a lor podestà. In seguito ei coperse più volte la carica di priore in patria, di capitano della città, di conservatore ecc., ed i suoi successori coprirono anch'essi le stesse cariche, ed alcuni furono distinti giureconsulti ed uditori di Rota. Quest'illustre famiglia in principio del XVIII secolo era sul punto di estinguersi se non l'avesse continuata una sola femmina, Giulia, figlia di Alessandro la quale si maritò a Giov-Antonio Tazi della terra di Lugnano nella Teverina.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Sacchitella

Familien-Wappen: Sacchitella

Blasonierung die Familie

D'azzurro al leone di rosso.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome