Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Sagnello, provenienza: Italia

Titolo: Baroni - Nobili
Araldica della famiglia: Sagnello
Corona nobiliare Sagnello
Nota in Sicilia fin dal secolo XV. Un Antonio a 11 gennaio 1452 ebbe la tonnara di Rigitano; un Giacomo il 26 settembre 1453 ottenne la conferma del feudo di Francavilla. Un Niccolo nel 1519 fu Castellano di Castrogiovanni. Un Antonino fu proconservatore di Cefalu' nel 1734; un Giuseppe, chiamato negli atti, non sappiamo con qual diritto, barone di Ramata, ottenne il 24 marzo 1777 investitura del feudo di Lorito; un Francesco fu capitano di giustizia in Cefalu' (1761-62); il 10 luglio 1766 ebbe investitura del feudo di Ogliastro e, per la moglie Anna Maria Figlia, possedette il feudo di... Continua
Signefari, dei quali il 4 aprile 1789 venne investito il figlio Pietro. Altro ramo. Fiori nei prischi tempi la famiglia Sagnello nobile, e chiara in Leontini conseguendo tutti quei honori, che godevano allora i nobili di quella Città. si legge fra i suoi huomini illustri il padre Fra Tomaso Sagnello dell'ordine de' Padri Prerdicatori, il quale mentre reggeva con titolo di Priore il suo Convento Dominicano in Napoli, vestì di quel sacro habito, ed insgnò in tutte le scienze insieme al Dottor Angelico San Tomaso d'Aquino; non lunge poi p. le sue rare virtù fù promosso dal Pontefice Urbano Quarto alla dignità Patriarchale di Gerusalemme, e poscia in quella dell'Archiviscovato prima di Cosenza, e poi nel 1264. della Città di Messina; ed esendo appo gl'Ecclesiastici in molta benevolenza fece promovere nella dignità Archivescovale della detta Città di Cosenza al Padre Fra Reginaldo Sagnello suo nepote del medesmo ordine, che per la sua dottrina, e santità, dopo la morte dell'Archivescovo Thomaso suo Zio hebbe quella della medesma Città di Messina, e fù assunto anche alla predetta dignità Patriarcale di Gierusalem dal Pontefice Clemente jv. nel 1268. nondimeno questa famiglia nella detta Città di Lentine è già estinta; perche essendo stata ella d. Rè Carlo d'Angiò dichiarata Rubella se ne andò d'indi in Genova, ed in Pisa, cambiando i suoi beni che in Sicilia haveva con quei de' Genovesi, e Pisani, quivi fondò la famiglia Sagnello; i posteri della quale anche se ne passarono in Mantua, ed in Napoli sotto il Rè Alfonso, ove i descendenti fin'adesso nobilmente viveno; mà questo rampollo, ch'è vivente in Sicilia venne di Pisa sotto il Rè Ferdinando di Giusto, il primo di quello fù Paolo Sagnello, che dal Rè Aed un Casale vicino la marina di Mistretta, e Giacomo l'altro fratello similmente l'Olivito, e feudo di Francavilla situato nel Territorio di detta Terra nel 11453.

Compra un documento araldico su Sagnello

Stemma della famiglia: Sagnello

Blasone della famiglia

Di azzurro, a quattro pali d'oro; l'agnello pasquale attraversante sul tutto.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome