Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Saladdino, país de origem: Italia

Nobreza: Baroni
Heráldica da família: Saladdino
Coroa de nobreza Saladdino Visse sempre tra le celebre famiglie del Regno di Navarra la Saladdino e così ne parla Carlo Redin nella "Historia del Regno di Navarra": "il di lei progenitor fu un Cavaliero Navarrese che, guerreggiando contro i Mori, nell'anno 1080 uccise in duello un valoroso Capitano de' Mori chiamato Saladino, e fu cagione della vittoria ai Christiani con orribile uccisione di centomila Mori, per lo che acquistò egli con tutta la sua posterità per sì famosa attione il cognome di Saladdino, suo figlio Uberto fu Capitano della Cavallaria dell'esercito del Rè D.Garzia di Navarra nel 1135 il cui fratello Enrico, fu... Continua
Secretario, e Consultore del Rè D.Sancio Quarto di Navarra, e da costoro ne pervennero tanti soggetti illustri, l'attioni, e vite de' quali formarebbero un libro. Il primo, che di lei passò in Sicilia, fù Ubertino Cavalier Navarrese à servigi del Rè Martino nel 1393 e per le sue virtù militari, e virtuosi costumi, hebbe da quel Rè alcuni feudi, e terreni confiscati à rubelli del Regno, e prese la sua stanza nella Città di Palermo. Da costui ne nacque Nicolò, che fù ricco, e potente Cavaliero di Palermo, il quale si casò con Leonora Sant'Angelo figlia di Giacomo Sant'Angelo Barone di Cartaino, e dopo con Caterina figlia di Antonio Giacomo speciali ambedue nobilissime dame, con le quali procreò Ubertino, Alfonso, Giuliano, Gio.Battista, Stefano, e Caterina moglie di Pietro Mignia. Il predetto Ubertino, procreò Nicolò, Giacomo, Giovanni, Francesco, Leonardo, Emilia, e Gesué, i quali vissero con splendore, carichi di supremi ufficij. Dal detto Nicolò ne nacquero Ubertino Secondo, Antonio, Alfonso, Lodovico Monaco, e Leonora moglie di Tomaso Garofalo. Il già detto Ubertino procreò il Dottor chiarissimo Don Francesco, che fù Reggente in Spagna nel Supremo Consiglio d'Italia, si casò con D.Francesca Paneta, e del Porto Baronessa di Ragali, e Terra di Valguarnera, che gli generò D.Alfonso Baron di Valguarnera Cavaliero di singular bontà, D.Cesare, donna Camilla moglie d'un Cavaliero vi casa Abbate, donna Maria casata con N.Notarbartolo D.Giovanne Vescovo di Siragusa, che visse, e morì con odor di Santità, D. Contessa moglie di D.Rutilio Sirotta, e donna Portia primiermente moglie di don Pietro Miccichè Barone di Grotta Calda, Cavaliero di S.a Baron di Valguarnera, e Regali, con sua moglie donna Lucretia Celestre figlia del Marchese di Santa Croce, don Pietro Celestre procreò donna Francesca Baronessa di Regali, e di Valguarnera, che si casò con D.Luigi Reggio Marchese dell'Inestra figlio del Principe di Campo fiorito Signor di Bonaccorso, e Maestro Rationale D.Stefano Reggio Cavaliero di molto spirito dell'Ordine di Calatrava". I cognomi così antichi rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compre um documento heráldico sobre família Saladdino

Escudo da família: Saladdino

Brasão da família

D'oro, alla fascia di rosso, sormontata da un albero di palma al naturale, ed accompagnata in punta da una testa di Moro, attorcigliata di rosso.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome