Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Salaris, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Cavalieri
Variaciones apellido: Salari
Heráldica de la familia: Salaris
Variaciones apellido: Salari
Corona de la nobleza Salaris
Illustre ed assai nobile famiglia sarda, originaria di Cagliari ma con dimora anche in Cuglieri, Oristano, Bosa, Sassari, Vilalsor, Bologna e Milano. Le prime notizie relative alla famiglia Salaris si hanno già nel secolo XV, ovvero quando i membri di tal casata aiutarono gli aragonesi a debellare Niccolò Doria, ricevendo come ricompensa vaste estensioni di terra in forma feudale; successivamente, e precisamente nel 1670, rinveniamo un Felice Salaris in qualità di vicario reale a Oristano. In ogni modo, con diploma in data 2 agosto 1842, il re Carlo Alberto, dopo aver preso in considerazione gli onorevoli e distinti servizi prestati... Continuará

nella magistratura sarda, e specialmente quelli resi nella Suprema Curia del regno, concedeva i titoli trasmissibili di cavalierato e di nobiltà all'avvocato don Sebastiano Salaris, cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro, giudice della Reale Udienza e reggente il Magistrato del Consolato di Cagliari, ed ai suoi figli e discendenti maschi. Il predetto concessionario, nato a Sassari, si dedicò in giovane età alla carriera della magistratura, dove raggiunse, per i suoi eminenti meriti, l'alto grado di giudice della Reale Udienza. Si unì in matrimonio con la nobile donna Raffaela Delogu ed ebbe nove figli: Gavino, Antonio, Pietro, Luigi, Giuseppe, Felice, Francesco, Michele, Efisio e Caterina. Gavino sposò in Cagliari, il 23 novembre 1841, Luisa Floris, di distinta famiglia cagliaritana, ed ebbe due figli: Vittoria, n. a Cagliari il 23 luglio 1844, e Sebastiano, che sposò Chiara Fea, in Cuglieri il 25 novembre 1865. Dal loro matrimonio nacque il nobile don Enrico S. Fea, che sposò Doloretta Manconi, in Cuglieri il 28 maggio 1893. Dalle loro nozze nacquero, tutti in Cuglieri, i seguenti figli: Cesare, 28 novembre 1897; Giuseppe, 25 novembre 1899; Eugenio, 20 febbraio 1902; Mario, n. 24 novembre 1906 e Gavino, 27 gennaio 1912. Pietro Luigi, n. a Sassari, sposò Vincenza Belgrano a Cagliari l'8 ottobre 1831 e deceduto nella stessa città il 30 ottobre 1846 Luigi, che sposò a Ferrara il 20 novembre 1873, Virginia Beltrame. Da questo matrimonio nacquero: don Pietro, a Ferrara il 3 dicembre 1875 e donna Maria, a Ferrara il 27 ottobre 1877. Il predetto don Pietro sposò Clementina Garagnani e Bologna il 27 ottobre 1900 ed ebbe il figlio don Carlo, n. a Bologna il 24 gennaio 1904. La predetta donna Maria sposò il nobile avvocato Filippo Palmeggiano, patrizio di Forlì, il 24 ottobre 1903 in Bologna. Francesco n. a Sassari n. 1822, si laureò in giurisprudenza e nel 1846 tenne l'atto di aggregazione alla Facoltà di Leggi della R. Università di Cagliari. Le campagne dell'indipendenza lo trassero sui campi di battaglia. Partito volontario nel 1848 venne nominato sottotenente del reggimento cacciatori guardie del re Carlo Alberto sul campo. L'inizio della sua carriera parlamentare risale al 1861, in cui fu mandato al Parlamento dal Collegio di Nuraminis. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Comprar un documento heráldico de Salaris

Escudo de la familia: Salaris
Variaciones apellido: Salari

Escudo de la familia Salaris

1 Blasòn de la familia Salaris

Partito: nel primo di verde allo scudo partito controfasciato d'argento, di rosso e d'oro, caricato di uno scudetto di verde alla banda d'oro, accompagnata da tre gigli dello stesso, uno in capo e due in punta, sostenuto da due leoni al naturale, affrontati; nel secondo di verde alla montagna uscente del mare e sostenenete un'aquila sorante, il tutto al naturale.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome