Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Salberini, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Salberini
Corona nobiliare Salberini ll Ciaccone sotto l'anno 1058 che da Stefano IV fu fatto cardinale Pietro Alberino monaco Cassinense, ma non dico se Romano o Forestiere, vero è che gli altri degli Alberini, e seguono il Ciaccone l'abate Ughelli e il Vettorelli, che stimo che con molta ragione, poichè in un Istromento dell'Arcnivio di Subiaco della rosa si trova sottoscritto nella pag, 78 Dnus Miro filius de Ilperinu, e così vengono chiamati li Alberini, da questo tempo fino all'anno 1328 non trova altra memoria degl Alberini, che pare un'interruzione e molti lunga; nondimeno, non avendo altro in contrario, essendo del detto 1328... Continuanominati come nobili e antichi Romani, è probabile che sia la medesima famiglia, anzi sarebbe e non esservi il contrario. Del detto anno dunque 1328, Ludovico Monaldeschi nel suo Diaro riferisce che per li rumori che si sentivano in Italia il Popolo romano elesse per suo capitano Sciarra Colonna, e i suoi caporali erano Jacopo Savello. Tebaldo di Sagolatro. Francesco Cancelleri, uno della valle, uno Caffariello, uno Montanara, un castellano, uno Cuccino, uno Capizucco, uno Albrino, uno Stalla, uno Paparese. Fin qui il Moncaldeschi dal cui detto appare che l'Alberino vien posto in compagni della prima Nobiltà di Roma e, non avendosi altra origine di questa famiglia, che Romana, è necessario dire che il detto cardinale Pietro del 1058 fosse di questa famiglia della quale si vedono molte lapidi sepolcrali in diverse Chiese, particolarmente nella Parrocchia di Santa Maria in Monterone, nel rione di S. Eustachio, ove sta la casa degli Alberini, et ivi in una si legge la seguente, quale ha figura di uomo togato e Berettone antico, arme a capo et lettere sotto i piedi: Paulo Alberini Brancae F. qui vixit an XLIX M. VLL. D. XIX. Berardines Filius B. M. AC S et S. E nella medesima Chiesa vicino altare maggiore e pavimento si vede un fragmento di marmo di musaico colorato colle armi Alberine riseca e colori distinti. Ritornando alla capella di San Domenico nella chiesa della Minerva, Giacomo Alberini l'ha venduta al cardinal Zacchia detto di San Sisto, il quale voleva in essa fare il deposito del Cardinael di San Marcello suo fratello, e, il suo proprio, ma prevenuto dalla morte non è seguito, riprendendo io Giacomo Alberini, perchè avesse venduta un'antichità di Casa sua a via sarà abolita una memoria d'unaltro Giacomo Alberini sopra l'architravo della porta che va alla sagrestia et al Campanile, cioè: Iacobus Arberinus Faciend, Curavit.
Compra un documento araldico su Salberini

Stemma della famiglia: Salberini

Blasone della famiglia

Di rosso, a tre zampogne d'argento poste in banda, l'una sopra l'altra, coll'imboccatura al basso, e alla torre di due piani d'azzurro, aperta di nero attraversante sul tutto, colla bordura cuneata d'azzurro e d'oro
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook