Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Salicetti, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Salicetti
Corona nobiliare Salicetti Originaria della città di Troia (Capitanata), trapiantata circa il 1490 dai fratelli Giambattista ed Ettore in Matera, dove furono ammessi, con tutti i loro discendenti, all'esercizio delle cariche nobili. Il primo di fatto nel 1518 fu inviato oratore al Papa e all'Imperatore, e dieci anni dopo indusse la città di Matera a dichiararsi pel Re di Francia, e dichiarato perciò ribelle gli furono confiscati i beni e lasciò corraggiosamente la testa sul patibolo. Gabriele, suo figlio, riscattò i beni paterni, fu eletto dei nobili nel 1525 e 1547. Fabrizio, figlio del precedente, tolse in moglie la nobile Artemisia de Angelis... Continua
vedova di Biagio Gattini, dalla quale, non avendo avuto prole furono instituiti eredi i suoi figliastri Donato e Silvestro Gattini e donò alcune rendite all'ospedale della chiesa di S. Rocco. Altro ramo. Antica e nobile famiglia originaria della Liguria. Il commendator G.B. di Crollalanza riporta la blasonatura di questa famiglia nei volumi del suo Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane. Altro ramo. Si trovano enumerati nel 1117 tra i nobili e cattani, ma nel 1228 erano ascritti tra i popolani, geremei. Contano 80 anziani dal 1282 al 1746. Son da notare quattro celebri giureconsulti fioriti nel XIV secolo e nei primi anni del XV: Riccardo di Pietro ambasciatore nel 1336 a Roberto re di Napoli, poi al Pontefice Gregorio XI, e per alcni anni lesse il jus canonico nello studio di Padova; Roberto, figlio del summenzionato Riccardo dottore in leggi di molto grido chiamato a Venezia nel 1388; Bartolomeo di Giacomo professore di diritto in patria, a Padova e a Ferrara; Giacomo, suo figlio, cominciò ad insegnare leggi nello Studio di Bologna nel 1387, e nel susseguente passò all'ateneo di Padova, fu degli anziani e dei sedici riformatori dello stato popolare allorchè Bologna si sottrasse ai papi nel 1416.

Compra un documento araldico su Salicetti

Stemma della famiglia: Salicetti

Blasone della famiglia

Inquartato in decusse d'argento e di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome