Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Salladini, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Nobili
Heraldik die Familie: Salladini
Krone des Adels Salladini
Da Jacobuzio II, anziano di Ascoli, nel 1342, nacque Coluzio, il quale ebbe tre maschi: Assalone, primogenito, i cui discendenti nel 1803, aggiunsero il cognome Pilastri; Giacomo, che dal 1498 al 1501, fu vescovo di Cesena; e Saladino III, che fu quegli che seguitò questo ramo della famiglia. Furono suoi figli Antonio (1412), il cui ramo finì nel 1545 con Massinissa, famigliare di Paolo III; Battista (1412); Antonio, da cui Andrea, Giosia, Blisonno, Astorre e Francesco, che seguitò la famiglia. Giosia, Andrea, Blisonno, Astorre e lo zio Battista, furono prodi guerrieri che aiutarono grandemente con le loro soldatesche nel cacciare... Fortsetzung folgt

da Ascoli gli Sforza, tanto che il cardinal legato Ludovico Scarampi, loro concesse in feudo con diploma 7 settembre 1445 il castello di Rovetino con le terre ammesse. Di essi ebbe discendenza solo Giosia da cui altro Giosia, morto fanciullo, e Caterina, che nel 1446 sposò Baldo Mauruzi della Stacciola e in seconde nozze Guido Carpegna. Da Francesco, di Saladino III, nacque Saladino IV, da cui Piero (1505-1586), che fu più volte podestà, e Mariano, che nel 1544 fu consultore, poi vicario di primo grado e castellano di Monte Calvo; egli dalla moglie, Pantasilea dei Migliori, ebbe Paolo, cavaliere di Malta nel 1530, e Giovanni Vincenzo, ambasciatore nel 1585 a Sisto V. Ebbe egli dalla nobile Perosina Bennaiti, sua moglie, tre maschi: 1) Vincenzo, che fu cavaliere di Malta e nel 1586 cavaliere aurato e conte Palatino per decreto del card. Alessandro Sforza. 2) Giuseppe (1615), che fu capo di un ramo primogenito. Infatti egli dalla moglie Armida Massei, patrizia ascolana, ebbe: Maria, che nel 1634 sposò Annibale Saladini, e Felice, il quale dalla nobile Maria Alvitreti, patrizia ascolana ebbe un sol figlio, Giuseppe, che non ebbe discendenza. 3) Mariano, primogenito. nato circa il 1570, che sposò la nobile Marcellina Cornacchia ed ebbe fra altri Orazio (n. 15 maggio 1597 e morto nel 1663); questi da Maddalena Massei, patrizia ascolana, ebbe: Tommaso, n. 1647, che nel 1670 si addottorò in utroque a Macerata; nel 1674 fu referendario "Utriusque Signaturae"; nel gennaio 1677 Innocenzo XI lo elesse governatore di Cesena; nel maggio 1677 fu legato in Romagna; e il 20 febbraio 1681 vescovo di Parma; stava per essere eletto al cardinalato. adetto, fu creato conte di Rovetino, castello allora per la prima volta eretto a contea, da Alessandro VII, con Breve 4 aprile 1644.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Salladini

Familien-Wappen: Salladini

Blasonierung die Familie

Troncato di rosso e d'azzurro al leone sul tutto d'argento fissante un sole uscente d'oro, alla fascia sul tutto d'oro.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome