Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Salvadori Paoletti, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Salvadori Paoletti
Corona nobiliare Salvadori Paoletti
Camillo Giorgio, figlio secondogenito di Luigi e di Ethelin nob. Adlard Welby d'Inghilterra, fu decorato con motuproprio di S.M. Vittorio Emnauele III il 16 ott. 1924 e RR. LL. PP. dell'11 genn. 1925 del titolo comitale per sè e discendenti in linea primogeniale. Con lo stesso Decreto riconoscevasi l'aggiunta e l'uso del cognome Paleotti usato fin dal 1787, come più sotto si dirà. Non si conoscono le origini della fam. Paleotti, patrizia di Ferrara. Solo nel sec. XVI cominciarono a vedersi membri di questa casata fra i "Cives de regimine" e nei Consigli di Cernita di Fermo; e propriamente solo... Continua
dal 1579 si leggono i nomi di Camillo, Gio. Batta, Vincenzo, Giorgio e Fabio, eletti a coprire le più alte cariche fermane. Prima di quel tempo da un cronista anonimo è ricordato nel 1548 un capitano Canzio e Cenzio Paleotto, fra i governatori della provincia. La partecipazione dei Paleotti alla vita pubblica di Fermo fu breve, giacchè dal 1672 non li troviamo più nominati mentre continuano a figurare nei registri parrocchiali di Porto S. Giorgio da dove non erano mai partiti definitivamente. E' da ricordare un Antonio inviato da Papa Nicolò IV alla Repubblica di Venezia come generale contro i turchi nel 1289. Giovanni Nicola, ecclesiastico, che alla fine del sec. XVII era governatore di Zerequiz in Boemia, poi dottore in utroque nell'Università Fermana, dove pure insegnò giurisprudenza nel sec. XVII un Silvestro. Un Giovanni Antonio fu padre di Giuseppe Maria, da cui Tommaso Antonio, morto nel 1747; di Anna Maria, che il 12 gennaio 1730 sposò il nobile Giuseppe Melchiorre Salvadori, e di Maria Clelia, che il 28 gennaio 1742 sposò il nobile Francesco Guerrieri. Giovanni Antonio suddetto fece testamento, col quale in caso di estinzione della linea maschile imponeva che il cognome e lo stemma di sua casa dovessero essere assunti dai figli della nipote primogenita; perciò essendo Tommaso Antonio morto improle, il figlio secondogenito di Anna Maria Paleotti in Salvadori assunse il cogonome Salvadori Paleotti. Anche i discendenti di Maria Clelia in Guerrieri assunsero senza diritto il cognome Paleotti.

Compra un documento araldico su Salvadori Paoletti

Stemma della famiglia: Salvadori Paoletti

Stemma  della famiglia Salvadori Paoletti

1 Blasone della famiglia Salvadori Paoletti

Di rosso all'aquila di nero col volo abbassato, coronata di oro, accompagnata da tre stelle d'argento, una in capo e due in punta.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome