Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Salvezzi, país de origen: Italia

Nobleza: Conti - Marchesi - Nobili
Heráldica de la familia: Salvezzi
Corona de la nobleza Salvezzi La dotta Bologna fu culla dei M., famiglia nobile e prodiga di uomini insigni, le cui gesta sono note attraverso una svariata serie di pubblicazioni, fra le quali l'ultima di D. Giuseppe Fornasini. L'11 luglio 1305 il cardinale Napoleone degli Orsini partecipava alla Signoria di Venezia che, mentre cercava di pacificare Bologna, lacerata dalla fazione interna, molti di quei cittadini lo assilorono nella dimora per ucciderlo assieme al vescovo Uberti. Ne seguì la confisca dei beni dei ribelli a vantaggio della S. sede, la perdita dei feudi e la scomunica pubblicata nei dì festivi nelle chiese di Bologna e distretto,... Continuará
finchè perdureranno i re nella ribellione. Però fra i membri della famiglia e la Corte di Roma, non si acuirono soverchiamente i dissidi, che anzi in non breve ne seguì la riconciliazione della famiglia che si ebbe in ricompensa feudi ed onori. I M. occuparono importanti cariche nel comune di Bologna. Melchiore di Vecellio M., assieme ai componenti l'ufficio di balia di Bologna, nominarono, nel 16 marzo 1398, alcuni procuratori per combianare con Venezia, Firenze ed altre Signorie, una lega contro il Duca di Milano. In altra alleanza (2 luglio 1443) tra Bologna e Venezia, si trovò testimonio Carlo fu Giovanni dei M., ed altri della sua stirpe continuarono per lunghi anni a prestare l'opera loro pel bene della Repubblica Veneta. Lucio entrato al servigi della Veneta Signoria nel secolo XV morì il 2 agosto 1510, un anno dopo di avere assunto la condotta in qualità di governatore generale delle genti d'armi, coll'onore del vessillo, con 200 uomini verso lo stipendio effettivo di 17.000 ducati d'oro. Da Bologna i Malvezzi si diramarono in luoghi diversi: appartennero all'antico Consiglio di Chioggia riconosciuto nobile. A Cremona aggiunsero al loro il cognome di Albertoni ed in Roma quello di Campeggi. Donna Marina Malvezzi di Bologna abitava a S. Agostino di Venezia; la N. D. Lucia Grimani, moglie del marchese Gasparo Malvezzi, morta nel 1763, aveva un livelloco convenuto dei SS. Andrea e Marco di Murano. Non sembra che i Malvezzi abbiano avuto lunga dimora a Venezia; si hanno invece notizie di Agostino Malvezzi che nel 1701 insieme a Lorenzo e Valentino Malvezzi erano Deputati nel Consiglio della Magnifica Comunità di Montagnana. Il 15 luglio 1705 lzi, discendente di questa famiglia, unitamente a suo fratello Diego e ai signori Domenico, Paolo ed Antonio Malvezzi erano nel 1776 nel Consiglio di Montagnana.

Comprar un documento heráldico de Salvezzi

Escudo de la familia: Salvezzi

Blasòn de la familia

D'argento al pino nodrito di verde piantato sul medio di tre monticelli al naturale moventi dalla punta, ed accompagnati in capo da tre stelle di rosso, ordinate in fascia.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome