Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Salvinerio, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Nobili
Heraldik die Familie: Salvinerio
Krone des Adels Salvinerio
Dimostrata la diretta discendenza da questa famiglia, di Filippo, di Benciventi. Nel 1389 il canonico Antonio e il tenente Andrea Spiridione, fratelli e figlioli del dott. Pietro, furono ascritti alla nobiltà fiorentina con rescritto granducale del 27 luglio 1850. Furono chiamati sette volte al Priorato della Repubblica, alla quale dettero altresì un giureconsulto eccellente, Alessandro, di Filippo, adoperato in molte ambascerie. Meglio conosciuti nel ramo principale col cognome Bencivenni, furono per lungo tempo ritenuti estinti con Bencivenni, di Raffaello, morto nel 1584; fino a quando, cioè, i predetti Jacopo Antonio e Andrea Spiridione non dimostrarono, come si è detto sopra,... Fortsetzung folgt
la sopravvivenza della famiglia. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di nobile di Firenze (mf.), in persona dei disc. da Pietro, di Andrea Spiridione. Altro ramo. Famiglia di antica origine pisana, come da solenne riconoscimento del Consiglio di Pisa del 22 maggio 1610. Salvadore, del Capitano Domenico, fu dichiarato abile ai primi onori della città di Prato nel 1694: e tale abilitazione si mantenne nei suoi discendenti i quali furono ascritti alla nobiltà pratese con Decreto 30 aprile 1764. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di nobile di Prato (mf.), in persona dei disc. da Domenico, Gio. Filippo e Gio. Battista, d'Innocenzo, di Domenico. Altro ramo. Furono di origine maestri muratori; ma già nel 1421 erano discreti benestanti ed in progresso di tempo s'innalzarono per modo che uno di essi, Domenico, sede anziano nel 1455, e consigliere nel 1472, e poi passò ambasciatore al Banco nel 1475. Un altro Domenico nel 1538 era sindaco del Comune, nella qual carica era stato preceduto da ser Giovanni di Bartolomeo nel 1480. Nel 1700, la famiglia su ascritta alla nobiltà pisana e distinta da qualche commenda di grazia, e nel 1711 il dott. Jacopo fondò una di quelle di S. Stefano. Lorenzo di lui figlio, fu segretario del Granduca di Toscana ed auditore. Di questa famiglia non si hanno più notizie dalla prima metà del XIX secolo. Altro ramo. Originaria di Bergamo, dove sin dal 1362 era ascritta a quella cittadinanza. Con Ducale 12 Dicembre 1750 ottenne dal Doge Grimani l'investitura, con titolo comitale per tutta 20, e 27 Ottobre 1822.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Salvinerio

Familien-Wappen: Salvinerio

Blasonierung die Familie

Di rosso, al leone d'oro, coronato dello stesso, tenente con le zampe superiori un ramoscello gambuto e fogliato di verde e fruttato di una pera di oro.
Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol. VI .
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome