Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Samberini, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti
Heraldik die Familie: Samberini
Krone des Adels Samberini
Questa famiglia originaria d'Imola fu ascritta al Patriziato nel 1796. Anton Domenico, di Giovanni Agostino, nato nel 1760 e morto nel 1842, fu giureconsulto di bella fama. Per i suoi meriti singolari, il Pontefice Pio VI voleva conferirgli il titolo di conte, ma egli chiese ed ottenne che fosse invece dato al padre suo Giovanni Agostino, affinchè ne potessero godere anche i suoi due fratelli Giovan Battista e Giovan Francesco. Anton Domenico si diede al sacerdozio in età matura raggiungendovi i massimi gradi; Vescovi di Sabina, fu creato Cardinale da Leone XII nel 1828, Commendatore di S. Prassede, segretario per... Fortsetzung folgt

gli affari di Stato interni sotto Gregorio XVI. Va ricordato con lode come Ministro dell'Interno, per le varie riforme introdotte sulle farmacie, sull'ordinamento e disciplina degli uffizi ipotecari, sul contenzioso amministrativo (1835) ecc. Con suo testamento nominò erede fidecommissario un nipote (ex sorore) Zampieri, con l'ingiunzione di assumere il medesimo cognome senza alcuna mistura. Fu sepolto nella chiesa di S. Prassede in Roma, dove è ricordato da una lapide erettagli dall'erede fidecommissario. Dei suoi fratelli di Antonio Domenico, Giovan Francesco, giudice del Tribunale di I° istanza, morì senza discendenza in età avanzatissima. L'altro Gio. Battista dottore in medicina, trasferitosi a Bologna ebbe importanti uffici sotto la Repubblica Cisalpina e il primo Regno d'Italia. Fu inoltre delegato e vice commissario di polizia, poi direttore della Casa di forza di S. Michele in Bosco di Bologna. Il figlio di Giovanni Battista, Alessandro (1800-1862), fu commendatore dell'Ordine di S. Gregorio Magno, segretario di Legazione, poi preposto al bollo straordinario, e da ultimo, fino al 1859, uno degli amministratori provinciali. Lasciò due figli: Aldo, professore di giurisprudenza, membro della Regia Commissione Araldica delle Provincie di Romagna, e Berta vedova Baccili, entrambi viventi nati e domiciliati a Bologna. I titoli che spettano a questa famiglia sono i seguenti: Conte Palatino e Patrizio d'Imola pei maschi e Nobile di Forlì per maschi e femmine.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Samberini

Familien-Wappen: Samberini

Blasonierung die Familie

D'argento al gambero di rosso. Capo d'azzurro a tre gigli d'oro posti fra i quattro pendenti di un lambello di rosso.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome