Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Sampietri, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili
Heráldica da família: Sampietri
Coroa de nobreza Sampietri Famiglia di antica e nobile tradizione originaria dell'Emilia propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Di questa casata lo storico Pompeo Scipione Dolfi scrive nella sua "Cronologia delle famiglie nobili bolognesi" : "Fra l'altre opinioni dell'origine di questa nobile famiglia vivente, essendovene state molte mi ristringerò a due soli, l'una è che sia un rampollo di quelli che furono Cattani o Patroni di Castel S. Pietro l'altra che sia tutt'una, con la Casa Campo Sanpieri da Padova, volendo, che la parola Campo Sanpieri, e Castello Sanpieri, suoni il medesimo essendo che veramente questi furono così detti, come... Continua
dal lib. delle Provisioni, segnato C. nell'Archivio fol. 106 per rogito di Laigone Ostesani, ove si vede la loro nobile civiltà essendosi molto illustrata sul bel principio e per i famosi dottori e per la parentela che fecero con i Bentivogli dominanti, si resero eguali all'altre nobili più antiche e si sono conservati con non interrotta nobiltà sin al dì d'oggi, che godono il grado senatorio e avendo avuto molti uomini illustri. La sua arma è un Cane levriere d'oro rampante in campo azzurro. Cino di Guidinello, maritò sua figliuola Elisabetta in Giovanni Bentivolil che fù Signore di Bologna. Floriano del detto Cino di Guidinello, fù Dott. di Legge Coll. famoso, nel 1401 ambasciatore al papa mandatogli da Giovanni Bentivogli suo cognato, nel 1411 andò Ambasciatore a Carlo Malatesta per bolognesi fù dei XVI Riformatori a tempo, fù moderatore de' Statuti, e Officiale della guardia del Comune, nel 1417 Ambasciatore a Forlì per causa del Rettore de' Scolari, poi Ambasciatore al Papa in Costanza a trattare accordi per la Città, fù Lettore Pubblico a Siena, ed a Ferrara dove il governatore mandò nel 1432 il nobile Cavaliere Battista Magnani, acciò lo conducesse a legger a Bologna essendo molto famoso per il suo sapere, fù dei 20 Consiglieri della Città, nel 1438 il 4 dicembre, fù dei X di Balia, nel 1446 di nuovo dei XVI Riformatori morì nel 1448 e fù sepolto in S. Domenico di lui fà memoria il Panzirollo de Claris Legum Interpretibus, ha in Stampa letture e fù marito di Giovanna di Matteo Magnani. Giovanni di Cino, fù Dott. di Legge Coll. Cristoforo di Cino, Dott. di Legge Coll. nel 1426 andò al Card. Legato a pigliare il possesso d'Imola e Forlì, in compagnia Floriano Dott. suo fratello fù marito di Margarita di Francesco Cattani da Pidiliano. Antonio, del Dott. Giovanni, fù Dott. di Legge Coll. nel 1440 fù del Cons. dei 120 e nel 1459 degl'Anziani, col Co. Lodovico Be a Veneziani, nel 1443 il 26 luglio il Reggimento li mandò circa 2 mila uomini per rovinare il suo Molino fuori della Porta di Galliera per rivoluzioni, poi fù dei XVI Riformatori a tempo".

Compre um documento heráldico sobre família Sampietri

Escudo da família: Sampietri

Brasão da família

Troncato d'argento e di verde, il primo carico al leone d'oro tenente una ghirlanda d'alloro.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome