Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Sampoli, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Sampoli
Corona nobiliare Sampoli Dagli historici primieramente in Lucca, e poscia in Fiorenza reputata per nobile, e chiara la famiglia Sampoli ; frà quali l'accenna Giovan Villani , mentre e i tratta de' Guelfi, e Gibellini, e così racconta. Nei ricordi dei tempi andati si leggono alcune varianti di questo cognome, dovute alle solite cause della pronunzia dialettale e dal modo di interpretare nella scritturazione i cognomi. Venuta in Firenze la novella della dolorosa sconfitta,e tornando i miseri refugiti di quella, si levò il pianto d'huomini, e di femine si grande, ch'andava fino al Cielo, perloche non havea niuna casa in Firenze picciola, ò... Continua
grande che non ne rimanesse huomo morto, ò preso, e di Lucca, e del Contado ve ne rimasero gran quantità, e delli Orbietani altresi: Per la qual cosa i capi nobili de'Guelfi che erano tornati dalla sconfitta, e quel che erano in Firenze sbigottiti, ed impauriti, temendo degl'usciti che veniamo fuori da Siena con le smannade Tedesche, e Gibelline rubbelli, e confinati, ch'erano fuori della Città, cominciarono à tornar dentro. Per la qualcosa i Guelfi, senza altra cagione,ò cacciamento, con le loro famiglie piangendo uscirono di Firenze, ed andarosene à Lucca giovedì à 13 di Settembre gl'anni di Christo S.N. 1260. E tra l'altre principali case nobili de' Guelfi, che uscirono di Firenze del Sesto di Borgo, Buondelmonte, Scali, Spini, Gianfigliazzi, Giandonati, Bostichi, Acciaiuli, Altoviti, Sampoli, e Baldovinetti. D'onde veggiamo che ella da Fiorenza passò in Lucca, ed in Pisa, dalla qual Città, dopo molti supremi cariche, che da quella Repubblica alle famiglie nobili si condevano, se ne venne in Sicilia prendendo per sua stanza la città di Messina; ove, dopo felici progressi, fù progenitrice di chiarissimi cavalieri. Il primo di lei fù Tuccio Ciampo genitor di Basilio. Da Basilio ne nacque Tuccio II, che fù padre di Girolamo, e di Metulla, che fù moglie di Nicolò Saccano. Ne pervennero da Girolamo assai vituosi cavalieri, fra' quali, Fra Francesco Sampoli ricevuto nella religion Gierosolimitana nel 1555 parimente Fra Alessandro Sampoli nel 1571, il quale fù ucciso da Colonno Riganato, e fra Paolo nel 1585 come chiaramente si scorgono ne' libri della Cancellaria della medesma Religione. Un'altra Metulla Sampoli fù moglie di Alessandro Falcone cavalier chiarissimo Messinese, ed a' nostri tempi si conobero Gio.Battista, e Mario, padre, e figlio. Da Mario nacque Gio.Battista II, genitor del vivente don Francesco, e molt'altri cavalieri di questa nobile famiglia 'Averna.

Compra un documento araldico su Sampoli

Stemma della famiglia: Sampoli

Blasone della famiglia

D'azzurro al leone d'argento linguato e coronato d'oro, attraversato da una fascia dello stesso caricata di una croce potenziata di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook