Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Sanbenedetto, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili - Cavalieri - Patrizi
Heraldik die Familie: Sanbenedetto
Krone des Adels Sanbenedetto Antica famiglia, originaria di Pisa, dalla quale città passò in seguito in Pescia, ove Benedetto Sanbenedetto, di Piero, di Francesco, ebbe la carica di gonfaloniere, nel 1488. Giovan Lorenzo, di Michele, fin dal secolo XVII si trasferì a Livorno, sede della famiglia per ragioni di mercatura, ed anche in questa città, i membri di cotal illustre casato, godettero le cariche principali. Felice Gaspero Sanbenedetto, di Lorenzo, e Cesare, di Felice Gaspero, furono insigniti del cavalierato dello speron d'oro. Furono ascritti alla Nobiltà di Pescia con decreto del 12 gennaio 1807. Disc. da Lorenzo di Cesare, di Felice Gaspero, di Lorenzo.... Fortsetzung folgtAltro ramo. Antica famiglia siciliana, tra le più notabili del Regno, come ben giusta il Mugnos, della quale notiamo: un Andrea Sanbenedetto, notaro di re Giacomo in Palermo nel 1282, il cui figlio, Orlando, fu giurato nell'anno 1329; un secondo Andrea, figlio di quest'ultimo, gentiluomo di re Federico II, nel 1353, governatore della cavalleria regia ed anche signore della Gisia di Palermo; un Manno o Mariano, gentiluomo e coppiere di re Martino, non che della regina Bianca, della quale amministrò la camera reginale, il quale fu ancora maestro portulano della città, ottenuto avendo una rendita di onze 24 annue nel 1407 col carico di percettore dei regi proventi. Commendansi, inoltre, un fra Giacomo Sanbenedetto, cavaliere gerosolimitano del Priorato di Messina, nel 1458, e molti senatori di Palermo. Godette pure questa famiglia nobiltà in Messina dal secolo XIV al XVII, incontrando, in detta città, un Pietro, con la carica di senatore, negli anni 1529-30, 1541-42, 1549-50 e 1554-55; un Giovan Cola, iscritto nella mastra nobile del Mollica (lista XVII, anno 1603) ed un Placido, con la carica di governatore della tavola pecuniaria, nell'anno 1648-49. La famiglia è, poi, passata all'ordine di Malta, come quarto di altra famiglia, sin dall'anno 1617. Dallo storico Auria (ms.) rileviamo il trasferimento di uno dei rami dei Sanbenedetto di Pisa in Palermo, avvenuto nel secolo XIV; infatti i membri della famiglia, come egli dice, "in due luoghi allora florivano, in Toscana cioè ed in Sicilia fermamente militanti il ghibellino partito". Prese tale famiglia non poca parte agli avvenimenti politici che portarono all'unità d'Italia. Un Carlo, ex console del principato di Monaco in Sicilia, ottenne, per sé e suoi, il patriziato della repubblica di Marino. Lo stesso, infine, sposò la nobil donna Ippolita Papè, dei principi di Valdina, dalla quale ebbe Giovanni. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Sanbenedetto

Familien-Wappen: Sanbenedetto

Blasonierung die Familie

Inquartato: nel 1° e 4° d'argento, all'aquila spiegata di nero, afferrante con gli artigli un tridente dello stesso: nel 2° e 3° di rosso, al leopardo illeonito d'oro.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome