Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Sandolo, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Patrizi
Araldica della famiglia: Sandolo
Corona nobiliare Sandolo
Una delle più antiche famiglie patrizie di Venezia. Un Sandolo, vescovo di Padova, consacrò nel V secolo la più antica chiesa di Venezia in S.Giacomo di Rialto. Carlo, nel 1103, fu procuratore di S. Marco. Enrico, l'eroe di Costantinopoli, morto in tal luogo il 14 giugno 1205, insigne uomo politico e militare, fu eletto doge di Venezia il 21 giugno 1192. Grande ammiraglio della repubblica veneta fu il contemporaneo Vitale, che contribuì alla conquista di Costantinopoli. Ranieri, figlio di Enrico, sostituì il padre nella sua assenza quale vice-doge, difese Candia e morì nel 1213 in combattimento; sua figlia andò sposa... Continua
a Stefano, re di Serbia. Giovanni fu doge dal 25 marzo 1280 al 2 novembre 1289, e fu sepolto nella chiesa di S.Giovanni e Paolo. Francesco fu pure elevato alla dignità dogale, nel 4 gennaio 1329 e morì nel 31 ottobre 1339, s'interpose presso il papa Giovanni XI ed ottenne che venisse tolta la scomunica alla Repubblica. Il suo mausoleo sta per essere restituito all'antico posto nella sala del Capitolo dell'ex convento dei Frari. Andrea fu eminente storico e giureconsulto del secolo XIV e venne eletto doge il 4 gennaio 1343, morì il 7 settembre 1354 e venne sepolto nel Battistero della Basilica di S. Marco. Un ramo di questa illustre famiglia, rappresentato dal N.U. Silvestro Fabio di Girolamo Antonio fu innalzato al grado di conte dell'I.A. mf. Al cadere della repubblica veneta questa famiglia era divisa in tre rami così detti dei SS. Giovanni e Paolo, di S. Tomà e di S. Stae (S. Eustaccio) dalle parrocchie dove avevano il palazzo di residenza. Altro ramo. Antichissima famiglia nobile di Venezia, tra i personaggi più illustri fu quel doge Orso Ipato. Eletto nel 727. E' un venetico autentico e scegliendo lui le truppe ammutinate della Venezia marittima per la prima volta esprimono una forma concreta di autonomia, entrando in polemica con il potere centrale. Vogliono dimostrare il loro valore; e così, quando i Longobardi assalgono l'Esarcato e la Penapoli e s'impadroniscono di Ravenna, mettendo in fuga l'Esarca Eutichio, che si rifugia ad Eraclea, il doge rompe ogni indugio. Mette da parte i rapporti amichevoli con i longobardi, definiti dal trattato di Anafesto e, armata la flotta, si porta con rapidità su Ravenna che viene liberata nel 729.

Compra un documento araldico su Sandolo

Stemma della famiglia: Sandolo

Blasone della famiglia

Inquartato al 1
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook