Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Sapanti, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Sapanti
Corona de la nobleza Sapanti
Con partito della Comunità di Livorno del 30 luglio 1818 fu proposta l'ascrizione al ceto nobile di quella città di Pietro Cesare di Pietro, che aveva assolto con zelo e intelligenza molti incarichi pubblici. La proposta trovò benevolo accoglimento nel Sovrano Rescritto del 24 settembre dello stesso anno. Nel 1839, con deliberazione del 13 maggio, la Magistratura civica di Pisa propose l'ascrizione del medesimo, che nel 1823 aveva anche ottenuto il Priorato di Arezzo nell'Ordine di Santo Stefano, alla nobiltà pisana; ordine fondato da Cosimo I de' Medici il 15 marzo del 1562, ad imitazione di quello Gerosolimitano, col duplice... Continuará
scopo di difendere nel Mar Tirreno il commercio d'Italia dalle piraterie barbaresche, e di liberare i Cristiani dalla schiavitù della potenza ottomana. La visita fatta alle sue marine scrive lo storico Galluzzi aveva fatto conoscere a Cosimo l'importanza e la necessità di guardarle dalle incursioni dei Turchi. Immaginò pertanto di erigere un Ordine Militare, con cui conseguisse lo stesso intento senza risentirne l'aggravio; profittò della benevolenza del Papa per ritrarne un sussidio dai patrimoni ecclesiastici; interessò la vanità dei ricchi con attribuirgli una marca d'onore e dei privilegi. Pensò con questo atto di eternare la memoria delle due vittorie di Montemurlo e Scannagallo, le quali successero ambedue nel secondo giorno d'agosto; e siccome in tal giorno il martirologio romano indica la festa di Santo Stefano fu invocato per protettore dell'Ordine. Il 15 marzo 1562 l'inviato del pontefice Pio IV presentò a Cosimo la Bolla delle concessioni. Sulle prime il duca Cosimo aveva risoluto di assegnare l'Isola dell'Elba come residenza dell'ordine: luogo adatto pe' suoi comodi porti a tenere in timore i Turchi e gli altri pirati, poscia sembrandogli troppo angusto il territorio che possedeva nell'isola, il duca risolvette di scegliere la città di Pisa, perchè antica e illustre. Tale proposta fu omologata con Sovrano Rescritto del 4 ottobre 1839. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobile Italiano coi titoli di nobile di Livorno (maschi e femmine) e nobile di Pisa (maschi e femmine) in persona dei discendenti da Vittorio, di Pietro Cesare, di Pietro.
Comprar un documento heráldico de Sapanti

Escudo de la familia: Sapanti

Blasòn de la familia

D'oro, alla croce di rosso, caricata di cinque gigli d'argento.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome