Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Saraconi, country of origin: Italia

Nobility: Nobili
Heraldrys of family: Saraconi
Nobility crown Saraconi Questa Famiglia fu più numerosa negli antichi secoli nella Città d'Arezzo, che nelli moderni, anzi ne' moderni poco godette, tenendosi nel suo Castello d'Uliveto, e quando la Repubblica Aretina perdette la libertà, non vi era, abitando più la Città di Siena, che Arezzo, come si cava dalle scritture dello Spedale della Scala fin dell'anno 1300 e Francesco di Cecco S. appunto in quel tempo del 1384 si ritirò a Ferrara al servizio dei Principi Estensi. Fu questa famiglia grande in Arezzo, e in Siena, godendo nell'una, e nell'altra Città i primi gridi di Nobiltà fino del secolo mille, e ebbe... To be continued

in Arezzo il dominio di varij luoghi, e particolarmente del Castello d'Uliveto, che fino al presente posseggono, benche sia detto Castello quasi diruto, e devastato, avendo questo fatto fronte nel tempo de' Guelfi, e Ghibellini a più Armate, essendo stata questa famiglia Guelfa, la quale fu scacciata dagli Ubertini Capitano della fazzione Ghibellina, e però si ritirarono in Siena, in Foiano, in Sansauino, e in altri luoghi, come si dirà a suo luogo; e tutta questa famiglia di Siena, di Ferrara, e d'Arezzo, riconoscono un Bezzone, che fu chiamato Carbone, forsi per essere di carnagione nero, quale generò Ugone, e Rainaldino, i quali si leggono nell'Archivio della Badia d'Arezzo alla Cassetta M.numero 54 del detto Archivio in uno Istrumento rogato da Tebaldo giudice del 1114. Rainerio suddetto chiamato S., da cui derivono tutte le famiglie de' S. abitanti in Arezzo, in Siena, e in Ferrara, si legge in una obbligazione rogata da Andrea Notaro Aretino posta nella Cassetta E numero 44 del 1043 del sopracitato Archivio, e questo generò Rattuccio, Brigolo, e Pagano, che generò quell'Uberto, che si dice d'Uliveto, come pure Pagano per tenere l'uno, e l'altro la padronanza, e Dominio del detto Castello d'Uliveto, come pure Pagano per tenere l'uno, e l'altro la padronanza, e Dominio del detto Castello d'Uliveto, come chiaramente si vede da uno Istrumento rogato da Rogizzo nel 1106 che si conferma nell'Archivio de' Canonici della Cattedrale Aretina Sacchetta 3 n. 56 e quello Pagano fu Progenitore de' S. oggi in Arezzo, come pure de' S. in Ferrara. Brigolo generò Tederico, e Boleto, il quale fu Progenitore de' S. di Siena, de' quali non avendo noi tutte le scritture, che ci occorrono pee Cassetta B numero 31 e 32 del sopracitato Archivio della Badia d'Arezzo, dalle quali scritture si viene in cognizione, che il nome di Boleto è un nome corrotto,e che il suo nome sia Boso, detto in dette scritture sempre Boseto, e Boleto, come in dette Scritture nell'una, e nell'altra maniera si legge, e questo Boleto è messo per base dell'Albero de' S. di Siena, come si dirà in detta famiglia.


Buy a heraldic document on family Saraconi

Coat of Arms of family: Saraconi

Blazon of family

D'argento alla testa di moro.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome