Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Sardilli, provenienza: Italia

Titolo: Baroni - Conti - Nobili
Araldica della famiglia: Sardilli
Corona nobiliare Sardilli
Le più antiche memorie dei membri di detta famiglia, nobili pisani, si rannodano alle vicende del giudicato di Arborèa. Dopo che con alterna fortuna e con l'aiuto dei genovesi, i pisani ebbero liberata la Sardegna dai Saraceni e dal loro feroce e, Mugeto, molti feudi furono creati a favore dei liberatori. Gran parte del territorio di Cagliari fu dato ai della Gherardesca; i genovesi ebbero Alghero; lo spagnolo conte di Muttica, ebbe la città da Sassari; i Malaspina, compresa la città di Cagliari, restò sotto l'immediato dominio di Pisa, e tutte l'Isola fu divisa in quattro giudicati: Cagliari, Arborea (Oristano),... Continua
Torres (Sassari) e Gallura; ai quali furono preposti altrettanti signori col nome di Giudici, la cui serie è data dagli storici sardi e dal Muratori. Questi giudici divennero in breve altrettanti regoli; i quali, per sottrarsi all'autorità papale, si misero sotto la protezione dell'imperatore e si collegarono ai genovesi, nemici di Pisa. La storia di questi giudicati è ricca di vicende; e la più famosa è certamente quella di Arboréa. E' appunto in Arboréa i Sardi di Pisa per notizie storiche degne di fede, occuparono uffici eminenti, (ed è questa verosimilmente l'origine del loro stesso nome). Sembra anzi che i Sardi avessero occupato il giudicato di Arboréa prima ancora che il famoso Barisone de' Serra fosse incoronato in Pavia (1164) re di Sardegna dall'imperatore Ferderico I, mercè il tributo di 4000 marche d'argento prestategli dai genovesi; i quali poi lo imprigionarono in Genova, perchè debitore insolvente! Il giudicato di Arboréa restò nella discendenza di Barisone sino alla fine del sec. XIV, quando cioè passò ai Doria in conseguenza del matrimonio di Eleonora d'Arborèa, figlia di Mariano de' Serra, con Brancaleone Doria. E' noto che Bonifacio VIII aveva dato la investitura della Sardegna a Giacomo II d'Aragona, con l'annuo tributo di 2000 marche d'argento; e sono parimenti note le lotte fra i re d'Aragona e i giudici di Sardegna, specialmente con quelli di Arboréa. Alla fine del sec. XIV, re Martino debellò i giudici, imprigionò Brancaleone Doria e riunì tutta la Sardegna alla Corona d'Aragona, intitolandosi re di Sardegna marchese di Oristano e conte di Goceano; titoli che poi, nel secolo XVIII, furono tra le più fulgide gemme di Casa di Sori.
Compra un documento araldico su Sardilli

Stemma della famiglia: Sardilli

Blasone della famiglia

Inquartato al 1
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome