Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Sardina, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Heraldik die Familie: Sardina
Krone des Adels Sardina
Famiglia catalana che con un Ponzio nel 1368 ebbe in feudo Fordongianus, Tramatza, Gonnos, Simala e Mogoro nella curatoria di Montes. Altra famiglia storica lucchese provenuta dal contado della Pieve S. Paolo, e che si trova nei documenti presente in Lucca fino dal sec. XIV. Erano signori di torre e di corte presso la chiesa di S. Giovanni, nella quale ebbero il privilegio di dare il cenno alle campagne, disciolte nel Sabato Santo. Esiliati dalla fazione nera, si ritrovano in Lucca al giuramento prestato nel 1331 al re Giovanni di Boemia. Presero contigua parte alla vita pubblica cittadina, ed ebbero... Fortsetzung folgt

uomini studiosi delle scienze, delle lettere e delle arti. Nella seconda metà del Trecento ser Dino, che dette il nome alla famiglia, sostenne ambascerie per la Repubblica in Italia e in Francia. Nei secoli seguenti ebbe al governo Gonfalonieri ed Anziani fra i quali i più noti sono il giureconsulto Dino e Scipione, ambasciatore residente a Madrid alla corte di Carlo V, e poi combattente valoroso nelle guerre di Fiandra. A Parigi, dove fece larga fortuna, sposò Isabella, delle cui avventure col Principe di Condè informa Brantome, Monsignor Jacopo fu avvocato concistoriale sotto i pontificati di Innocenzo XI e XII, e soffrì la relegazione in Castel S. Angelo per avere sostenuto con la stampa la nomina ai benefizi ecclesiastici della Casa di Savoia. Più noto fu G. B. Domenico che rese segnalati servigi alla sua città come inviato a Firenze, a Ferrara, a Modena, a Genova, a Torino, finalmente come residente a Vienna dal 1751 al 1759. Fu padre dell'insigne letterato Giacomo (1751-1811), educato nel Collegio Clementino dei Somaschi a Roma, antioquario, bibliofilo, ed autore di opere storiche e d'erudizione letteraria. Il suo nipote ed omonimo Giacomo jun. ricoprì molteplici uffici pubblici, fra i quali la Presidenza della Reale Accademia Lucchese. Si acquistò speciale benemerenza donando il suo domestico archivio a quello di Stato in Lucca. Si estinse con Giacomo la famiglia, essendogli premorta la figlia Bianca Maria. Furono eredi i Conti Minutoli Tegrimi di Lucca, alla cui famiglia appartenne la Contessa Elisa, consorte di Giacomo. La famiglia fù iscritta nel Libro delle Famiglie Nobili della Repubblica di Lucca, composto il 1628, e nel Libro d'Oro del Ducato Lucch


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Sardina

Familien-Wappen: Sardina

Blasonierung die Familie

D'azzurro alla testa di leone al naturale.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook