Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Sardo, país de origen: Italia

Nobleza: Baroni - Nobili - Signori
Heráldica de la familia: Sardo
Corona de la nobleza Sardo
Famiglia siciliana che trae origine da un Gilotta o Giulio, cittadino nobile di Messina e figlio di Giovanni Gilberto che pare si trasferisse in Castiglione di Sicilia verso il 1523. Sposò in Randazzo, nel 1531, Marianna Varisano e Lanza e nel 1540 fu governatore di Castiglione e di Aidone con tutte le podestà civili e criminali. Fu aggregato alla nobiltà messinese ed a quella Senatoria Mastra Nobile. Furono insigniti, con privilegio del 18 febbraio 1618 di Filippo III, del titolo di don in persona di Caterina, e di tutti i discendenti maschi e femmine in perpetuo del predetto suo marito.... Continuará
Questa famiglia ebbe dottori in ambo le leggi, giudici, consultori, arcipreti, abati, protonotari apostolici, camerieri di onore dei pontefici, cavalieri di Malta, cavalieri del S. Sepolcro e della Corona, sindaci e giurati. Con D.M. 23 luglio 1926, completato dietro regolare reclamo 16 novembre 1927, con nuovo D.M. 6 settembre 1928, fu riconosciuto a Vincenzo Maria, di Giuseppe, discendente legittimo e naturale del ricordato Giovanni Antonio. il titolo di nobile di Messina ed il trattamento di don e donna, per sè e discendenti. Altro ramo. A Giovanni Battista, discendente da antica ed illustre famiglia della Gallura, in considerazione dei servizi prestati dai suoi benemeriti antenati e da lui, il re Carlo II di Spagna concesse, coi diplomi in data 26 e 27 novembre 1693, i titoli di cavalierato e di nobiltà e l'uso delle armi gentilizi, trasmissibili ai figli ed ai discendenti per linea maschile. Nelle Corti, celebrate a Cagliari nel 1698, sotto la presidenza del vicerè conte di Montellano, furono abilitati Antonio, Diego e Francesco Angelo nella qualità di cavalieri; e don Gavino, il predetto don Giovanni Battista, don Salvatore e don Stefano, nella qualità di nobili. Nell'Elenco dei feudatari, nobili e cavalieri della provincia di Gallura, compilato nel 1822 dal Regio Prefetto e trasmesso alla Regia Segreteria di Stato e di Guerra presso il vicerè di Sardegna, sono compresi i nomi di don Enrico, don Michele, don Battista, don Salvatore e don Giuseppe. La famiglia è iscritta nell'EIenco Ufficiale Nobiliare Italiano coi titoli di cavaliere (m.), nobile (mf.) e don (mf.), ai discendenti maschi e coi titoli personali di nobile e donna alle femmine. Altro ramo. Famiglia sicilivaliere gerosolimitano.
Comprar un documento heráldico de Sardo

Escudo de la familia: Sardo

Escudo de la familia Sardo

1 Blasòn de la familia Sardo

D'azzurro a quattro pali di rosso; col capo del primo carico di tre gigli d'oro, 2 e 1.

Blasone della famiglia Sardo dalla Sicilia. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI" vol. VI.

Escudo de la familia Sardo

2 Blasòn de la familia Sardo

D'azzurro, a tre pali d'oro; con tre gigli dello stesso, 2 e 1, attraversanti sul tutto.

Blasone della famiglia Sardo da Lentini. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Sardo

3 Blasòn de la familia Sardo

D'azzurro, a tre fascie d'oro, sormontate da tre gigli dello stesso, ordinate in fascia.

Blasone della famiglia Sardo da Trapani. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Sardo

4 Blasòn de la familia Sardo

D'azzurro, alla torre d'argento, torricellata e merlata, ed un guerriero a cavallo, armato di tutto punto, con lancia d'argento, camminante verso la torre, il tutto fondato sulla pianura erbosa al naturale.

Blasone della famiglia Sardo dalla Sardegna. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Sardo

5 Blasòn de la familia Sardo

D'azzurro, alla sardella d'argento in fascia; col capo cucito di rosso, a tre stelle d'oro, ordinate in fascia. Cimiero: Una testa di balena d' azzurro, la bocca aperta, la gola di rosso, con un pesciolino d' argento uscente da essa. — Motto : Inest Sua Gloria Parvis.

Blasone della famiglia Sardo. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Sardo

6 Blasòn de la familia Sardo

D’azzurro, a quattro pali d’oro, e tre gigli dello stesso, posti 2 e 1 attraversanti sul tutto.

Blasone della famiglia Sardo della Sicilia; fonte: "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912).

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook