Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Sareri, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Nobili
Araldica della famiglia: Sareri
Corona nobiliare Sareri Illustre e antica famiglia reatina, che ha dato origine alle altre due nobili casate dei marchesi Vecchiarelli e dei duchi Vincentini. E' stata ascritta al locale patriziato col capitano Pietruccio che vediamo nel 1436 ricoprire la carica nobile di gonfaloniere ed a cui si deve se, quale comandante di soldatesche del re Roberto di Napoli, si riuscì a debellare i ghibellini reatini e a riportare la pace tra gli avversi partiti che accanitamente si contendevano la supremazia nel reggimento comunale. In questa famiglia si è estinta la potente stirpe dei conti Mareri che trassero il nome dell'omonimo stato feudale posto... Continua
ai confini del regno di Napoli e dello stato pontificio. Dall'atto d'investitura di Ugolino de Mareriis, per privilegio di Giovanna II in data 1433, apprendiamo che lo stato Marerio era composto oltre che dal castello di Marerio, di quelli di Caprodosso, Staffili, Petrella, Vallebona, Poggiopoponisco, Giammanee, Poggioviviano, Radicario, Sambuco, Roccarandisio, Roccalterisio, Poggio Sangiovanni, Torre dei Tagli e Cascioli. A questi numerosi fuedi, col matrimonio contratto nel 1454 dal conte Francesco de Mareriis con la contessa Paola di Poppleto, venne ad aggiugnersi quelli da lei portati in dote, quale erede del ramo primogenito dei conti del Corvaro, ramo alla sua volta dei conti Marzi, e cioè i castelli di Corvaro, di Collefegato, i Poggiovalle, Villa Castiglione, Villadi Valle Maleto, due parti di Rocca Odorisio e del castello Minardo; feudi che erano stati confermato alla predetta Paola dalla regina Giovanna II con privilegio del 1434 e poscia da re Fedinando I. Dice l'Amayden nella sua storia dell famiglia romante che tutti questi possessi furono cagione di molti disordini nella casa e ricorda che Paolo V fece morire Mario Mareri e Francesco da Magliano uccise il valoroso capitano Atillio che aveva sostenuto acri lotte col connestabile don Filippo Colonna. La famiglia figura come facente parte del baronaggio romano fin dal secolo XV e negli spogli del cav. Jacovacci troviamo moltissimi atti notarili concernenti personaggi di questa stirpe che contrasse parentele con gli Stefaneschi, Cappoccini, Orlandi, Savelli, Cenci, Orsini, Conti, finchè si estinse nei Vincenti che ne aggiunsero il nome. Per quanto riguarda i Vincenti Mareri si fossero promana con Senatu Consulto 31 dicembre 1838 ed il riconoscimento dei titoli con D. C. G. 12 settembre 1928.

Compra un documento araldico su Sareri

Stemma della famiglia: Sareri

Blasone della famiglia

Di rosso a tre corni da caccia, di oro, legati d'argento (Il consegnamento del 1614 d
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook