Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Sartaglia, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Conti
Araldica della famiglia: Sartaglia
Corona nobiliare Sartaglia Nobilissimo casato bolognese, i cui membri risultano fregiati del pregiato titolo di Conti di Tuscania. La famiglia, inoltre, risulta intimamente legata con i Farnese, dal momento che, all'inizio del secolo decimo quinto, Agnese Monaldeschi, vedova di Angelo Tartaglia, sposò Ranuccio Farnese. La famiglia levò per arme. Bandato d'azzurro e d'argento. Alias. D'azzurro alla luna piena figurata d'argento. Altro ramo. Nobile casato, diramazione dei Polcini di Circello e, pertanto, detto anche Tartaglia - Polcini di Circello, il quale si imparentò con le più nobili famiglia beneventane. La cognominizzazione Tartaglia - Polcini si formò verso la prima metà del secolo decimo nono,... Continuain seguito all'unione tra il nobiluomo notaio Don Donato Tartaglia, di Castelpagano, e Donna Alfonsa Polcini di Circello, dai quali nel 1832 nacque nel paese paterno l'illustre medico Don Nicola Tartaglia - Polcini, erudita nei più disparati settori della cultura, al quale è intitolata la piazza principale di Circello. Dai "Libri Baptizatorum", sotto l'anno 1832, di Circello si legge: "Oggi ventinove marzo milleottocentotrentadue D. Giacomo Polcini di Circello col mio permesso ha battezzato un infante nato ad ore deciassette del dì venticinque del detto al quale ha imposto il nome di Nicola figlio delli coniugi Notar Donato Tartaglia e della Signora Alfonsa Polcini. La commadre è stata Raffaella Polcini di Giuseppe, ed in fede. Nista Arciprete". Di questo illustre Casato sono, appunto, i nobili Tartaglia - Polcini di Benevento e Circello, discendenti dei coniugi Cavaliere della Corona don Giacomo Tartaglia - Polcini (1868 - 1941) di Circello e donna Luisa de Paulis, figlia dei nobili collesi don Raffaele e donna Teresa Meomartini. Altro ramo. Antico ed illustre casato udinese, di chiara ed avita virtù, il quale, nel corso dei secoli, sempre riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Roberto, dottore in ambo le leggi, vivente in Udine, nel 1573; Marco, consigliere del Veneto Senato, vivente in Venezia, nel 1666; Massimo, dottore in "utroque jure", vivente in Udine, nel 1673; Enrico, notaio e saggista, vivente in Udine, nel 1682; Antonio, del fu Luigi, dottore in "utroque jure", vivente in Udine, nel 1698; Ascanio, medico e saggista, vivente in Udine, nel 1702; D. Francesco, canonico, teologo e commissario apostolico, vivente in Udine, nel 1704. I cognomi di cotal risonanza, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compra un documento araldico su Sartaglia

Stemma della famiglia: Sartaglia

Blasone della famiglia

Bandato d'azzurro e d'argento.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome