Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Sarulli, país de origem: Italia

Nobreza: Conti - Nobili - Principi
Heráldica da família: Sarulli
Coroa de nobreza Sarulli Nobile e antica che parecchi autori, come riferisce Candida Gonzaga nel IV volume delle "Memorie delle fam. Nobili", ritengono di origine romana. Ed, in effetti, trovansi registrati i Massilli, in gran numero nel tempo senatorio. Godette nobiltà di Andria e Barletta, dove le prime memorie rimontano ad un Guglielmo, che, nel 1320, fu da Carlo Illustre, duca di Calabria inviato contestabile a Monteleone col comando delle milizie colà riunite, contro gli Aragonesi di Sicilia. Ricevuta nel S.O. Gerosolimitano dal 1577 ebbe nell'Ordine preclari illustrazioni che vanno ricordate. Scipione investito a 10 luglio 1577 della Commenda di Matera di S.Maria... Continua
del Picciano; Gerolamo, Balì di S.Stefano, Ammiraglio della lingua d'Italia, Luogotenente del Gran Priorato di Capua e commendatore di Troia, Cannettolo, Monopoli, Putignano e Tusciano: questi fu ancora buon cultore di lettere e pubblicò la "Discolpa del Cardinale Carafa" e le "Vite dei Gran Maestri dell'Ordine Gerosolimitano". Ettore, fu Priore di Barletta nel 1602, ambasciatore dell'ordine presso la corte Pontificia, e servì da valoroso soldato nelle Fiandre; Giovan Battista, nel 1628, Luogotenente, del Priorato di Barletta, prese parte all'assedio di Vienna, difesa dal conte Strasemberg contro i Turchi. Tralasciando altri, ricorderemo, ancora, Francesco, capitano di Infanteria al servizio del Re di Spagna, nato in Barletta il 4 aprile 1675, fu pure, Ciambellano Imperiale e consigliere di guerra: eletto Gran Priore di Venezia, nel 1741, tenne tale dignità sino alla sua morte, avvenuta in Bologna, nella Commenda della Masone, il 2 agosto 1754; illustrò il nome napoletano, combattendo, nel 1674, sotto il vessillo della Religione nell'impresa di Scio; quindi, in Spagna, agli assedi di Cento ed Orano; ed ancora nella guerra di Ungheria, sotto il comando del Principe Eugenio di Savoia, distinguendosi, sempre, particolarmente nella battaglia di Petervardino e Belgrado. Raggiunse il grado di Maresciallo. Ettore, ricevuto di minorità il 5 luglio 1692, fu Balì di Venosa. Questi fece all'Ordine donazione di sedicimila scudi in pro dei Cavalieri della Lingua d'Italia. Nicola, maestro di Campo ed Ammiraglio dell'ordine, prese parte alla difesa di Malta contro i turchi (1715). Questa famiglia, si divise in due rami, fin dal secrtanova ed iscritto in conseguenza al Libro d'Oro napoletano, fu decorato, per diretta concessione, del titolo di Duca d'Ascoli, nel 1679 dal Re Carlo II, e per successione della Casa Berio, Albertini ed Imperiali, il 13 ottobre 1856, dei titoli di principe di S.Angelo dei Lombardi, con anzianità del 1718, dato dall'Imperatore Carlo VI, principe di Faggiano con anzianità del 1630, concesso da Filippo IV, e Duca di Carosino, con anzianità del 1725, riconcesso, quest'ultimo, con R.D.

Compre um documento heráldico sobre família Sarulli

Escudo da família: Sarulli

Brasão da família

Di azzurro al leone illeopardito d'oro sormontato da una crocetta biforcata di argento.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome