Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Scalvo, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Scalvo
Corona nobiliare Scalvo
Nobile famiglia messinese, che si vuole essere originaria di Genova ed essere stata, poi, aggregata alla nobiltà messinese nel 1508. Un Annibale fu giudice della corte straticoziale di Messina nel 1572-73, del tribunale del Concistoro 1583 e della gran corte del Regno 1586 e venne ascritto alla mastra nobile di Messina (1597); un Tommaso fu vescovo di Tropea (1593); un Giuseppe, del fu Francesco, un Paolo e un Tommaso, del fu Annibale, furono ascritti alla mastra nobile di Messina (1594-1602, 1605); un Giovan Giacomo fu pro-conservatore in Noto (1632); Mario fu senatore di Caltagirone nel 1709-10 e capitano di giustizia... Continua
negli anni 1717-18-19; un Antonio fu governatore nobile della Tavola pecuniaria (Banca) di Messina nel 1759-60 e, fu padre di Enrico e di Giuseppe, ascritti alla mastra nobile di Messina (1798-1807), nella quale è pure annotato un Antonino. Con D.P. 7 luglio 1927 il signor Vincenzo, di Enrico, nato in Messina a 21 gennaio 1873, ottenne il riconoscimento del titolo di nobile. Motto della famiglia: Ad numina undique. Altro ramo. Nella medesima città di Noto fiorì nobilmente la famiglia Scalvo; il primo, che di lei venne da Genova in Sicilia, e nella medesima città, ne' primi anni del re Ferdinando il Giusto,fu Giorgio ZZZ. Si ricorda, anche, un Giacomo che fu "Patritio" di Noto nel 1533. Corrado Scalvo, e Pietro ebbero molti onorati incarichi nel governo di tale città. Vega, e "molt'altri gentil'huomini" di lei seguirono, che per ragioni matrimoniali in molte città, e terre del Regno si dilatarono, perchè la si vede parimente nella città di Messina con splendore di nobiltà, e fra i suoi "huomini chiari" si scorge Annibale Scalvo Giudice della corte Straticoziale nel 1572, e suoi colleghi furono Coletta Nucilla, e Francesco Rao e, nel 1580, Gaspare Viperano.

Compra un documento araldico su Scalvo

Stemma della famiglia: Scalvo

Blasone della famiglia

Scaccato di argento e di nero di 4 tiri.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome