Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Selini, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Selini
Corona nobiliare Selini Da un'antica bibliografia stampata in Firenze dalla tipografia delle Murate nell'anno 1866, intitolato "Libro dei nobili veneti, ora per la prima volta messo in luce", come rilevasi dall'opera summenzionata la famiglia è originaria del Veneto. Ottenne l'aggregazione alla veneta nobiltà nel secolo XVII. Molte famiglie che dimoravano in Venezia appartenevano alla nobiltà. Nel Libro d'Oro della nobiltà veneta e ne il Patriziato Veneto dopo la guerra di Candia e la Serrata del Maggior Consiglio del 1646, eventi questi che lasciarono fama immortale pel grande senno politico e virtù cittadine, troviamo illustre questa famiglia. Sulla scorta di antiche cronache esistenti nella... ContinuaBiblioteca Marciana, e nel R. Archivio di Stato finora inedite; e contrariamente a quanto pubblicò il Freschot nella sua Nobiltà Veneta, le opere sumenzionate sono imparziali riguardo all'origine di talune famiglie, assunte al patriziato veneto. La medesima famiglia fù elevata alla nobiltà per ottimi servigi resi alla patria, o per offerte fatte alla Repubblica per il che vennero ascritti alla veneta nobiltà. Altro ramo nel forlivese, ed uno probabile nell'aquilano, dovrebbero derivare dal nomen tardo latino Felinus, di cui abbiamo un esempio nel 1400 con lo scrittore ferrarese Felinus Sandeus autore de l'Epitoma de regno Apuliae et Siciliae.
Compra un documento araldico su Selini

Stemma della famiglia: Selini

Blasone della famiglia

Spaccato; nel primo d'azzurro, a tre stelle d'oro ordinate in fascia; nel secondo di verde, a tre cani aggruppati, male ordinati d'argento.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome