Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Selvaggia, country of origin: Italia

Nobility: Baroni - Nobili
Heraldrys of family: Selvaggia
Nobility crown Selvaggia Di origine longobarda, le prime sue memorie in Milano rimontano al tempo di Federico II, in cui si ricordano, tra i prigionieri fatti da questo, Ranieri ed Ubertino, milanesi, i quali furono mandati a Napoli e vi stabilirono la loro famiglia, che poi si diramò a Genova, dove tenne albergo, in Firenze e in Sicilia. Agostino Arcivescovo di Genova; Aram commissario di sei galere che nel 1427 combatterono a Vernaza e Monteroso contro Tomaso Fregoso ed i suoi compagni che volevano togliere la signoria della città di Genova al Duca Filippo Visconti; Raffaele, cav. di Malta e commendatore, di Troja... To be continuednel 1580, edificò l'arsenale di Malta; Caccianemico ed Aufremo padroni di galere in servizio della Repubblica. Tra i membri piú illustri della famiglia ricordiamo: Pietro, che con ottone Visconti ed altri Signori fu all'impresa di Terrasanta, seguendo Goffredo di Buglione. Roberto, suffeudatario di Roberto Sanseverino, fu tassato di tre militi a' tempi de' Re Normanni. Matteo, castellano di Scaletta, chiamato da Federico II Imperatore, Fidelis Noster, nel 1240. Il detto Imperatore ordina a Giovanni Vulcano di pagare a Matteo, l'onorio di tre mesi, essendo stato soddisfatto nel passato da Giordano Filangieri, Provveditore dei Castelli di Calabria e di Sicilia. Giovanni, castellano del Castello di S. Marco ed Ambasciatore pei Messinesi al Re Corrado, dal quale ebbe il cingolo militare. Altro ramo. Ebbe giurati e senatori nobili in Siracusa, Palermo e Messina, possedette i feudi di Chimato, Licata, Miligi e Prato, e godette la nobiltà in Messina nel XIII secolo. Calcera o governatore di Siracusa nel 1282; Giacomo senatore di Palermo nel 1329; altro Giacomo senatore e giurato di Siracusa nel 1398; fra Girolamo, balì in Venosa dell'ordine di Malta ed ammiraglio nel 1643, fu all'immpresa di Santa Maura. Altro ramo. E' un ramo della famiglia omonima di Sicilia, il quale à posseduto i feudi di Castronuovo, Cavalrizzo, Cervicati, Corleto, Mongrassano, Serra di Leo e Valle di Sovero, ed ha goduto nobiltà in Manfredonia e in S. Marco Argentano. Giovanni castello di S. Marco ed ambasciatore pei messinesi al Re Corrado, dal quale ebbe il cingolo militare; Ruggero, signore di Castelluccia, fu tra' baroni chiamati da Re Roberto per la custodia del regno in Calabria nel 1324; Carlo canompatriota li Silvagi et de beni de fortuna come citadini asai dotati: et nel mille tricento et vinti de li altri a la civilità abrazati furono: et a questi rimanendoli per postherità una sola figliola, nel 1425 de questa vita lo extremo et abscuro passo sentirono: la quale a ser Doijmo de Castello de Porpedo citadin nostro cum sua heredità in matrimonio fo cungiunta.
Buy a heraldic document on family Selvaggia

Coat of Arms of family: Selvaggia

Blazon of family

Di oro a tre pini di verde nascenti su di un piano nudrido di verde.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome