Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Senesini, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Senesini
Corona nobiliare Senesini
Nell'elenco dei feudatari, nobili e cavalieri esistenti nella provincia di Nuoro, compilato dal Regio Prefetto nel 1822 e trasmesso alla Regia Segreteria di atto e di guerra presso il vicerè di Sardegna, in occasione dell'incoronazione del re Carlo Felice, sono compresi don Costantino Senesini e don Gabriele Senesini. Dal predetto don Gabriele discendono: don Antonio Senesini, n. 17 marzo 1832 e don Costantino Senesini, n. il 13 giugno 1822. Il primo di essi, don Antonio, sposò Felicita Bicu, in Bolotana, ed ebbe i seguenti maschi: Costantino, nato il 10 settembre 1863; Edoardo, nato il 19 luglio 1874; Andrea, nato il... Continua
19 settembre 1875; Giuseppe, nato il 30 marzo 1877; Gabriele, nato il 10 gennaio 1880 e Francesco, nato il 16 settembre 1883. Da don Costantino, che sposò in Bolotana Erminia, si ebbe il figlio don Antonio Luigi, il 14 agosto 1890; e dal matrimonio del predetto don Andrea, avvenuto il I° luglio 1911 in Bolotana con Giuseppa Filia, nacque don Giovanni, il 5 gennaio 1914. Il secondo di essi, don Costantino Senesini, nato il 13 giugno 1822, ebbe due figli: Carmine, nato il 16 luglio 1853 e Battista, nato il 17 febbraio 1869, nati in Orotelli.
Compra un documento araldico su Senesini

Stemma della famiglia: Senesini

Blasone della famiglia

Inquartato: nel primo campo di cielo alla sirena nuotante sul mare, il tutto al naturale; nel secondo di verde alla penna d'argento posta in sbarra; nel terzo d'azzurro a tre stelle d'oro, poste due ed una; nel quarto d'oro all'albero sradicato attraversato da un toro passante, tutto al naturale.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome