Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Seone, país de origen: Italia

Nobleza: Conti - Nobili
Heráldica de la familia: Seone
Corona de la nobleza Seone La famiglia Seone viveva in Tortona sin dall'XI secolo, poiché nel 1098 Alzolino Seone fu creato cardinale, da papa Urbano II ed era ancora vivente nel 1116, come risulta da documenti dell'epoca da lui stesso sottoscritti. Una delle sei torri principali che, con alte mura merlate, circondavano e difendevano la città, era denominata dei Seone, in omaggio alla famiglia assai ricca ed influente; nel rione ove risiedeva, inoltre, si apriva verso mezzodì la porta Seone a tre arcate che, sul finire del XIII secolo, esisteva ancora. All'assedio di Federico Barbarossa nel 1155 Roderico e Giovanni sostennero, il 14 aprile tra... ContinuaráPorta Genovese e Porta Leone, un lunghissimo ed aspro combattimento, protrattosi sino a tarda notte, durante il quale uno dei due Seone perì. Dopo la resa, i Seone si sarebbero trasferiti nel Genovese (id., 287) ma non tardarono a ritornare, e un membro della famiglia non meglio identificato, nel 1184 è console (id., 318); Robaldo nel 1186 e Giovanni nel 1200 sono canonici del capitolo della cattedrale; i Seone parteciparono alla terza crociata (1190-1192) in Terra Santa ed alla quinta (1217-1221) con Oldo, che vestì l'abito gerosolimitano: militò sotto il gran maestro Guerin de Montaigu distinguendosi valorosamente alla presa di Damietta nel 1219. Nel 1209, Emberra Seone fu inviato con altri due patrizi a Milano per assistere, in rappresentanza della città di Tortona, all'incoronazione di Ottone IV ed offrirgli il simbolico tributo, con il quale riconoscevasi la sua sovranità. I Seone furono tra le prime famiglie che a metà del secolo XIII, fregiarono il proprio casato di stemma gentilizio rimato inalterato. Dagli atti riprodotti nei vari cartari rileviamo dei Seone proprietari in Cereseto sin dal 1020 ed in Mirabello nel 1192 (id., 71); a Genova Giovanni Seone è teste in atto del 15 aprile 1192 relativo alla vendita tra terzi di beni sullo Scrivia nei pressi di Busalla. A Voghera, Giglio e Umberto, credendari, appaiono negli anni 1262, 1264, 1265, 1285 in vari atti del comune; nel 1273, 1280 e 1289 sono credendari di Voghera Guido e Burgesius; Rolando è citato in atto del 17 gennaio 1266 come creditore di somme dovutegli per servizi resi al Comune di Pavia e Guglielmo il 27 settembre 1266 è teste in atto relativo alla vendita tra terzi di una partita di cotone; Giglio appare nuovamente in atto di Sarezzano l'11 ottobre 1271; Bonarello partecipa alla redazione dei primi quattro libri degli Statuti Tortonesi, ultimati tra il 1327 ed il 1328 e Daniele al quinto ultimato nel 1329; Giacomo riformatore al consiglio, il 27 giugno 1328 approva gli articoli del secondo libro. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Comprar un documento heráldico de Seone

Escudo de la familia: Seone

Blasòn de la familia

D'azzurro al leone d'argento.
Berruti, Tortona insigne
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome