Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Sfasciotti, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Baroni
Heraldik die Familie: Sfasciotti
Krone des Adels Sfasciotti
La nobiltà della famiglia, che è originaria di Cuneo, stabilitasi poi in Torino, si inizia con Carlo (n. Udine, 28 dicembre 1870), dottore in leggi, già addetto all'ambasciata italiana di Vienna, creato barone con R. D. di motu proprio, 26 maggio 1898, susseguito da RR. LL. PP. 13 novembre 1898. Il 10 aprile 1899, egli sposava a Pegli, Sofia del principe Alessandro Giustiniani. E' figlio del senatore del Regno, Eugenio, ministro plenipotenziario, e nipote di Stefano, che fu guardia del corpo di Sua Maestà, poi ufficiale. Tali sono i principii, che da sopracitati Autori si diedero a questa famiglia, ma... Fortsetzung folgt

per esser questo fatto assai remoto, e d'historia molto lontana, lasciamo perciò a più eruditi delle sacre antichità, e dell'historie l'investigarne il suo certo principio. Quel che però di certo habbiamo, è che la casata per la loro antichità, e splendore, e per virtù militare, carrichi così laicali, come Ecclesiastici, e per ogno altro preggio di Cavalleria nobilissimi si scorgono, e crebbero un tempo in tanto numero, e furono sì magnifici, e generosi nelle fabbriche, e in edificar palaggi, e ville per loro habitatione in detta Città, che per ciò diedero il nome ad una intiera comarca, e strada detta fin hora della casata.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Sfasciotti

Familien-Wappen: Sfasciotti

Blasonierung die Familie

D'azzurro al leone d'oro posto su tre monti d'argento e tenente un giglio d'argento fiorito di tre pezzi e sormontato da un montante dello stesso, accostato da due stelle d'oro di sei raggi.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome