Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Sfermo, country of origin: Italia

Nobility: Conti - Nobili - Principi
Heraldrys of family: Sfermo
Nobility crown Sfermo È l'antica Firmium nella Provincia di Ascoli Piceno. È città antichissima fondata dai Sabini. Al principio della Prima Guerra Punica fu fatta Colonia Romana; per la sua costante fede fu chiamata "Firmum, firma fide romanorum, colonia", dicitura che poi ha conservato sempre come motto del suo stemma. Goti e Longobardi la saccheggiarono. Federico Barbarossa e i Ghibellini le fecero patire due forti incendi. Celebre è la dominazione nel secolo XV di Oliverotto Sfermo, famoso capitano e tiranno, che però fu poi ucciso a tradimento a Senigallia da Cesare Borgia. In mezzo a tutte queste vicende e lotte, l'autorità dei Vescovi... To be continuedFermani si affermava sempre più, e benchè non si abbia memoria della loro giurisdizione temporale prima del secolo X, pure è certo che anche in quei tempi essi erano grandemente stimati: basta considerare che essi intervenivano ai giudizi tenuti dai Duchi di Spoleto, dai Marchesi e Legati Imperiali della Marca e sempre erano invitati alle solenni adunanze in cui i Romani Pontefici incoronavano i Re d'Italia. Però dal secolo XI al secolo XVI moltissimi sono i documenti che comprovano la giurisdizione anche secolare ad essi accordata e concessa non solo dagli Imperatori, ma perfino dai Sommi Pontefici e che giunsero ad accordar loro il diritto di giudicare nelle cause civili e criminali indipendentemente dal Legato della Marca. Gli Imperatori Federico I nel 1185 e Enrico VI nel 1192 e 1193 concessero grandi privilegi di immunità a Presbitero Vescovo Fermano dichiarando, fra l'altro, che a lui solo come Signore e Principe della Città di Fermo e dei Castelli che la Chiesa fermiana possedeva e avrebbe in seguito posseduto, spettava il diritto di "placitum tenere, causas tractare, vel aliqua exactiones facere". E benchè nel secolo XIII l'autorità Imperiale andasse declinando e sparendo, pure ai Romani Pontefici mai venne in testa di abolire tali privilegi, anzi li confermarono e li accrebbero. E una prova l'abbiamo da Innocenzo III che nel 1205 eleggendo il Vescovo Adamulfo lo investe "per vexillum" della città di Fermo con il mero e misto imperio ritenendo la Chiesa fermana immediatamente soggetta alla Santa Sede. Tuttociò meglio ancora appare dalla Bolla del 1218 che Papa Onorio III spedisce appositamente a Pietro Vescovo; il quale poi eleggendonibus temporalibus, ut temporali Dominio vostro; et in spiritualibus ut Pastori animarum vestarum".
Buy a heraldic document on family Sfermo

Coat of Arms of family: Sfermo

Blazon of family

Troncato d'azzurro e d'oro al leone dell'uno all'altro; col capo di rosso all'aquila d'argento. (Capo di concessione di Polonia). Riproduzione integrale dal Diploma di Sigismondo I Re di Polonia 1544.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome