Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Sferrara, país de origen: Italia

Nobleza: Cavalieri - Conti - Nobili
Heráldica de la familia: Sferrara
Corona de la nobleza Sferrara Casato, dalle antichissime vestigia, il quale fu ricco di numerose e vaste diramazioni, come la celebri dinastie di Napoli e Capua, che godettero nobiltà in quest'ultima città, ed ebbero in Napoli un proprio Seggio; i Sferrara di Cosenza che ebbero titoli e feudi, quelli di Catanzaro, ricevuti per giustizia nell'ordine gerosolimitano nel 1662; quelli di Terra d'Otranto, che portano tuttora il titolo di duca di Parabita. Della famiglia del Salernitano si trovano memorie sin dal 1188, con un Giovanni, signore del castello di Gragnano; altro Giovanni, poi, fu stratigoto di Salerno nel 1265; Matteo, giudice nel 1275; Riccardo, infeudato nel... Continuará
1383 dell'ufficio di credenziere della dogana di Salerno, ed altri ancora. Si diramarono in Eboli, Altavilla, Cava, Giffoni, Lettere, Olevano sul Tusciano, Rivelli e Tramutola. Possedettero i feudi di Lagopiccolo, Silvi, Loquino, Dentiferro, Castiglione, Improsta. E' probabile che questa famiglia avesse comunanza di origine con quella di Cosenza e Catanzaro, sia per l'identità dello stemma, sia per rilevarsi ciò da un documento del R. Archivio di Stato di Napoli, nel quale un Giovanni è detto "de Salerno de Cusencia". Dalla famiglia del Salernitano ebbe principio la linea dei baroni di Silvi e Castiglione, la cui filiazione provata rimonta a Matteo, signore di Silvi nel 1500, nato in Olevano sul Tusciano, come dall'albero genealogico autenticato dalla Consulta Araldica del Regno il 9 dicembre 1919. Sono degni di ricordo: Antonio, barone di Silvi e Castiglione, che istituì nel 1614 un Monte di studi su detti feudi, del quale godettero tutti i componenti del detto ramo fino alle leggi eversive della feudalità; Alessandro, dottore in legge nel 1665; Bernardino, dottore in legge nel 1820. Con Regio Decreto 26 agosto e RR. LL. PP. 16 dicembre 1897, a questo ramo, riconosciuto già, nella sua nobiltà generosa, dalla Commissione dei Titoli del cessato Regno delle Due Sicilie, nelle prove di ammissIone delle RR. Guardie del Corpo, e dalla Consulta Araldica del Regno con Decreto Ministeriale 30 giugno 1895, venne rinnovato il titolo di barone di Silvi e Castiglione. Motto della famiglia: "Fides rara! (D.M. 30 giugno 1895). Altro ramo. Alcuni autori sostengono che questa famiglia sia originaria dalla Lombardia e probabilmente il Pietro Sferrara corrisponde al Pietro annoverato tra i cavalieri di Aidone e di Patti nel 1283; in quest'ultimo anno tra i cavalieri di Nicosia e di Castrogiovanni troviamo un Filippo Sferrara e tra i cavalieri di Piazza un Leonardo Sferrara. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Comprar un documento heráldico de Sferrara

Escudo de la familia: Sferrara

Blasòn de la familia

D'azzurro, alla fascia accompagnata in capo da un compasso aperto in capriolo, accostato da tre stelle di sei raggi, due in capo e uno fra le aste del compasso, e in punta da un monte di tre cime, il tutto d'oro.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome