Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Sgaribaldi, country of origin: Italia

Nobility: Nobili
Heraldrys of family: Sgaribaldi
Nobility crown Sgaribaldi
La tradizione, specialmente ripetuta al principio del secolo XIX, di una discendenza dei Garibaldi dal longobardo Grimoaldo, pur non avendo alcun valore documentario, serve a provare l'importanza che la famiglia ha sempre avuta nel territorio di origine, la vallata di Né (Chiavari). Anche quando alcuni rami di questa famiglia, emigrarono in Genova o nelle riviere ed ottennero distinzioni nobiliari, il ceppo primitivo continuò ad avere la preminenza gentilizia nella storia locale: diversi Garibaldi furono podestà e commissari o capitani; uno di essi tenne la rappresentanza del governo centrale a Nè, mentre le vicende della guerra civile avevano dato il territorio... To be continued
di Chiavari in mano a Gian Andrea Doria, capo parte dei nobili vecchi. La corrispondenza del commissario Garibaldi si trova ancora all'archivio di Stato negli atti del 1575-1576. I Garibaldi ci presentano quindi il tipo di quelle famiglie numerose e potenti, che in Riviera di Levante costituivano aggregazioni simili agli Alberghi genovesi ed erano a capo delle cosiddette parentelle (XVI sec.). Cessate queste ultime manifestazioni del feudalismo, con la scomparsa dei Fieschi, la famiglia continuò nella sua importanza e anche nella città di Chiavari diede molti dei suoi membri alle magistrature locali. Nella vallata di Nè i Garibaldi, a tutto il XVIII sec. duravano in tribù numerosissimi e potenti. Convien menzionare come appartenenti a vari rami della famiglia: Francesco, doge alla fine del XIV secolo; Leone q. Giovanni, conte palatino, 1430; Domenico q. Oberto, nobile (1488); Lorenzo, Agostino, Antonio, Nicolò, ascritti nella Riforma del 1528 agli alberghi Lomellino, Interiano e Giustiniano. Domenico, nominato conte da Ranuccio II Farnese Duca di Parma; Pantaleo (1615-1675) q. Genesio (1588-1645), q. Agostino (1541-1629), benefattore dello Ospedale dei Cronici ove sorge la sua statua marmorea; suo figlio Francesco Maria, console a Smirne; Giannettino, senatore, che accompagnò a Parigi il Doge Imperiale Lercari a fare omaggio a Luigi XIV; Giovanni Battista q. Pietro Maria, missionario, morto mentre era in viaggio per le missioni; Giacomo Niccolò q. Paolo, guardia d'onore di Napoleone I (1813), carica riservata ai titolari dell'impero nonché ai cento cittadini nobili più eminenti di ciascuna città.
Buy a heraldic document on family Sgaribaldi

Coat of Arms of family: Sgaribaldi

Blazon of family

Troncato e cucito di rosso e di azzurro, coll'albero nodrito sulla pianura sostenuto da un leoncino d'oro. (D.R. 18 agosto 1925).
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome