Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Signorelli, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Conti
Variazioni cognome: Signorello
Araldica della famiglia: Signorelli
Variazioni cognome: Signorello
Corona nobiliare Signorelli Antica ed assai nobile famiglia lombarda, di chiara ed avita virtù, la quale trae origine da Indovero (Valsassina) e che vanta come capostipite noto un Domenico, da cui nacquero Carlo (n. Indovino; dec. Cuorgnè) e Giovanni, il quale, a sua volta, procreò Giovanni Domenico (n. Cuorgnè, 29 nov. 1653), che fu fucinatore di rame e consegnò l'arma gentilizia l'8 marzo 1689. Fu di questa famiglia Pietro Giovanni (n. Cuorgnè, 29 giugno 1774; dec. ivi, 11 agosto 1836), figlio dell'avvocato e notaio Gio. Carlo, il quale fu dottore di leggi, vice-auditore di guerra e sindaco di Cuorgnè. Sposò Carlotta, di Carlo... Continua
Rossi, vedova del maggiore Candido Pinelli, e da queste nozze nacque Giovanni Carlo (nato a Courgnè, 23 marzo 1821; deced. a Torino, 11 aprile 1867), che dalle sue nozze (1851) con Carlotta Negri ebbe Alfonso (nato a Torino, 22 aprile 1861), che avvocato alla corte di Cassazione di Roma, cittadino onorario di Cuorgnè e che fu riconosciuto nobile con D. M. del 6 dic. 1887. Aveva sposato (1910) Maria Silvestri, nobile di Anagni, la quale morì il 28 aprile 1920. Motto della famiglia: Terge manus. Altro ramo. Antica famiglia ferrarese, di chiara e provata nobiltà, detta Signorelli o Signorello, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Molti, inoltre, furono gli illustri personaggi che da tal casato trassero i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Pio Signorelli, consigliere comunale, nel 1199; Nicolò, valoroso capitano del XIV secolo; Antonio, savio del magistrato nel 1322; Cesare, conte palatino, giureconsulto e professore di diritto nella patria università; don Carlo, cistercense, filosofo e teologo. Di questo ramo non si hanno più aggiornamenti araldici dal XVIII secolo, con la morte di Gaspare esimio avvocato. Altro ramo. Antica famiglia di Cortona la quale vanta come capostipite un tal Signorello, vivente nel XIII secolo. Ma, certamente, il personaggio che, maggiormente, ha dato lustro al casato è stato quel Luca Signorelli (Cortona, 1445 circa - Cortona, 16 ottobre 1523), su cui il Vasari scrisse "Fu Luca persona d'ottimi costumi, sincero et amorevole con gl'amici, e di conversazione dolce e piacevole con ognuno, e soprattutto cortese a chiunche ebbe bisogno dell'opera sua e facile nell'insegnare a' suoi discepoli. Visse splendidamente e si dilettò di vestir bene; per le quali buone qualità fu sempre nella patria e fuori in somma venerazione". I cognomi così antichi rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compra un documento araldico su Signorelli

Stemma della famiglia: Signorelli
Variazioni cognome: Signorello

Stemma  della famiglia Signorelli

1 Blasone della famiglia Signorelli

D'azzurro, alla fascia di rosso, cucita, carica di un leone d'oro, illeopardito, accompagnata in capo e in punta da due S, d'argento, con il capo d'oro, carico di un'aquila di nero.

Signorelli o Signorello del Lazio. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol VI.

Stemma  della famiglia Signorelli

2 Blasone della famiglia Signorelli

Di argento all'artiglio d'azzurro posto in banda.

Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI" .

Stemma  della famiglia Signorelli

3 Blasone della famiglia Signorelli

D'argento, alla branca di belva al naturale. Cimiero: mezzo busto di re barbuto al naturale, vestito di tonaca azzurra e con la pazienza di rosso sotto la quale cela le mani. Motto: Terge Manus.

Signorelli di Perugia (con rami familiari anche in Campania e Puglia ndr). Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 530, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome